O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


domenica 1 marzo 2020

Il saluto al giornalista Vincenzo Mollica che va in pensione

L’IRONIA (PER GLI ALTRI) È UNA FATICA

“Domenica in” ha dedicato una grande festa a Mollica che dopo 40 anni di onoratissimo servizio alla Rai si è messo a riposo - Quasi tutti i personaggi dello spettacolo che ha intervistato nella sua lunga carriera, da Fellini a Benigni, da Mastroianni alla Loren sono diventati suoi cari amici - Morbo di Parkinson, diabete e glaucoma non hanno fermato il suo straordinario senso dell’ironia - Nonostante la fama e il successo ha sempre protetto da qualsiasi tentazione il suo pregio maggiore: l’umiltà

di ACHILLE MEZZADRI
In un tempo così gramo come quello che stiamo vivendo, condizionato dalla minaccia del coronavirus, sono tante le persone che si lasciano abbattere prendere dall’angoscia, dal pessimismo. Ma oggi in Tv, durante la puntata di Domenica in condotta da Mara Venier, è stato festeggiato un grande giornalista, un uomo straordinario, unico, che può essere da esempio per tutti noi: Vincenzo Mollica, che con addosso il morbo di Parkinson, il diabete e un glaucoma che l’ha reso quasi completamente cieco, continua a vivere con ottimismo, allegria, perfino baldanza, grazie al suo proverbiale senso dell’ironia. Un uomo che, festeggiato dalla Rai e da una schiera di grandi personaggi dello spettacolo perché, dopo 40 anni... 

Nessun commento: