Canzone natalizia del dicembre 2011 dedicata a tutti i parmigiani. Testo e musica di Achille Mezzadri, arrangiamento di Roberto Barrali, Coro delle Voci Bianche della Corale Verdi diretto da Beniamina Carretta. Produzione dell'allora (poi defunto) "Superblog pramzàn" (Pramzanblog di Achille Mezzadri, Parmaindialetto di Enrico Maletti e Stadiotardini.com di Gabriele Majo). Con: Vittorio Adorni, Luciano Armani, Monica Bertini, Mauro Biondini, Alberta Brianti, Robi Bonardi, Paolo Bucci, Giancarlo Ceci, Carlo Chiesa, Claudia Corbani, Zaira Dalla Rosa Prati, Tonino Fereoli, Armando Gabba, Gino e Dino, Gabriele Majo, Enrico Maletti, Corrado Marvasi, Achille Mezzadri, Alberto Michelotti, Edda Ollari, Maria Francesca Piedimonte, Victor Poletti, Francesca Strozzi, Paola Sanguinetti, Lorenzo Sartorio, Maurizio Trapelli (Al Dsèvod, secondo la grafia della Famìja Pramzàna), Daniele Villani, Paolo Zoppi. Riprese di Steve Mezzadri e Pietro Maletti. Montaggio di Steve Mezzadri. Sigle di Pietro Maletti. Realizzazione del video nella Sala Gandolfi della Corale Verdi.

O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


lunedì 25 novembre 2013

"Nonsoloverdi", il settimanale web di musica lirica da leggere e ascoltare -12-

INTERVISTA A DUE VOCI A LUCA SALSI E VIRGINIA TOLA, FRANCESCO DEMURO PER LA SARDEGNA, QUELL'INFAUSTA TRAVIATA DEL  1979, IL MAESTRO CAMPORI E TANTO ALTRO
Dodicesimo numero di "Nonsoloverdi" con ben 19 pagine ricche di interviste, notizie e curiosità  - Virginia Tola da Buenos Aires e Luca Salsi da Roma raccontano, a due voci, come stanno preparando le "prime" di "Un ballo in maschera" e "Ernani" - Il tenore Francesco Demuro vuole aiutare gli alluvionati della sua Sardegna con un grande evento musicale a Olbia - Claudio Del Monte ricorda "La Traviata" al Regio di Parma interrotta a metà - Gezim Myshketa conquista i tedeschi - Cristina Pezzini e le Verdissime - Desirée Rancatore grande Violetta a Palermo - Il maestro Campori nel ricordo di Gian Piero Rubiconi - "Il museo virtuale dell'opera - Settore audio-video: Gezim Myshketa nel "monologo di Ford" dal "Falstaff" a Stoccarda e Virginia Tola in "Morrò ma solo in grazia" da "Un ballo in Maschera" al Regio di Parma
In diciannove pagine il nuovo numero di "Nonsoloverdi", il settimanale web di musica lirica di Pramzanblog propone come d'abitudine una ricca serie di argomenti. Già in copertina presenta l'intervista "clou" con una delle coppie più affiate, anche nella vita, della musica lirica: Luca Salsi e Virginia Tola. Il baritono sta preparando "Ernani" all'Opera di Roma con Muti, il soprano sta preparando "Un ballo in maschera" a Buenos Aires. "Nonsoloverdi" ha organizzato un'intervista a due voci, a distanza, entrando anche nel "privato" della coppia. Un'altra impirtante imtervista è quella a Francesco Demuro, il trentacinquemne tenore sardo sulla cresta dell'onda, che appena tornato da una lunga tournée di due mesi e mezzo è rimasto sconvolto dalla tragica alluvione dells sua Sardegna. "Voglio fare qualcosa e sto organizzando una serata di musica a Olbia per aiutare il popolo sardo colpito dall'alluviomne". In questo numero trovate anche le opere alla Tv e alla radio, il racconto ell'ex capo ufficio stampa del Teatro regio di Parma, Claudio Del Monte, che ricorda l'infausta "Traviata" del 26 dicembre 1979, quando la protagonista, Elena Mauti Nunziata e tutto il cast diedero orfei tra i fischi a metà opere, il grande successo che sta ottenendo a Stoccarda il baritono Gezim Myshketa, inteprete di Fenton nel "Falstaff". Trovate anhe il ritratto di Cristina Pezzini, Amelia de "I masnadieri" nelle Verdissime, il trionfo di Desirée Rancatore - Violetta a Palermo, il Muti verdiano, Gian Piero Rubiconi, ex sovrantendente del Teatro regio che ci regala episodi anche inediti della vita del suo grande amico Angelo Campori, uno dei più grandi dirttori d'orchestra, appena scomparso. E poi altre notizia, come il referendum di "Classi Voice" sulle voci verdiane (primo Bergonzi), l'inseparabile cagnolina di Silvia Dalla benetta, gli anniversari, il museo virtuale dell'opera. Può bastare?  Ma c'è anche, nel settore audio-video, il baritono Gezim Myshketa nel "monologo di Ford" dal Falstaff di Stoccarda, dove sta trionfando e l'audio di Virginia Tola che nell'ultima stagione lirica al Teatro Regio di Parma canta "Morrò ma solo in grazia" in "Un ballo in maschera", l'opera che sta preparando in questi giorni a Buenos Aires.

LEGGETE IL NUMERO 12 DI "NONSOLOVERDI"
DA VEDERE E ASCOLTARE:
GEZIM MYSHKETA A STOCCARDA NEL  "MONOLOGO DI FORD" DAL FALSTAFF
VIRGINIA TOLA IN "MORRÒ MA SOLO IN GRAZIA" DA "UN BALLO IN MASCHERA" AL TEATRO REGIO DI PARMA

Nessun commento: