/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

domenica 27 ottobre 2013

Quelle che il basket - Serie A1



LAVEZZINI BASKET PARMA: NUOVA VITTORIA (65-55)
Superato anche l'ostacolo della terza giornata, la matricola San Martino di Lupari
All'esordio al PalaCiti il Lavezzini Basket Parma non smentisce le attese e sconfigge la matricola Fila San Martino di Lupari per 65 a 55. Miglior marcatrice la statunitense Macaulay con 21 punti segnati, ma la palma di miglior giocatrice va ancora una volta a Jill Harmon con 23 punti di valutazione ed autrice di 20 punti oltre a 14 rimbalzi. Parma parte soft con tanti errori al tiro e le ospiti ne approfittano. Le avversarie vanno avanti sin dai primissimi istanti di gioco e chiudono il primo quarto in vantaggio: 13 a 16. Coach Iurlaro nel tentativo di dare la sveglia alle sue ribalta il quintetto partente, ma solo a metà del secondo parziale Franchini e compagne riagguantano le avversarie e la partita. Il primo sorpasso arriva al tredicesimo con una azione da tre punti (2+1) proprio del capitan appena menzionato. Ma il Lavezzini dovrà soffrire ancora perché le ragazze di coach Abignente cono toste ed agguerrite. Al 15’ azione sospetta in area padovana. Macaulay protesta per un fallo ricevuto e viene punita con un fallo tecnico. Si procede punto a punto ora. Harmon con un contropiede da favola riporta avanti le parmensi che poi però subiscono tre canestri consecutivi delle venete. Quando le formazioni rientrano negli spogliatoi il tabellone recita un preoccupante 27 a 30. Il secondo tempo però è tutta un’altra musica. A suonarla sono Macaulay ed Harmon. Nel terzo quarto segnano solo loro per le parmigiane, ma all’inizio dell’ultima frazione di gioco San Martino è ancora ad una incollatura: 43 a 42. Il Lavezzini a stelle e strisce allunga subito nei primi due minuti in modo decisivo con tre canestri consecutivi e non basta il timeout del Fila per riprendere le redini del gioco. Ora Parma la detta da padrona ed il Lupari inizia a scricchiolare. Dopo tanta aggressività inizia a pagare in termini di falli e vede uscire per aver raggiunto il limite dei 5 falli personali prima Jagodic e poi Sandri. Ed i canestri consecutivi per Parma diventano 8. Il Lavezzini ora conduce 57 a 42. Anche Zanoni entra finalmente nel tabellino e nonostante la giornata no del suo play Battisodo le crociate portano a casa la prima vittoria casalinga al primo tentativo. Gli ultimi minuti sono per le seconde linee che non disdegnano la via del canestro ed anche Vian e Ngo Ndjock vanno a segno. Il finale è di quelli tranquilli con il pubblico che si spella le mani per dispensare applausi per le proprie beniamine. Inclusa una combattiva e sempre efficace Corbani. 65 a 55 è il finale alla sirena. Fra le venete ottima la prova di Rasheed con 3 triple e 20 punti totali. Nella prossima giornata, la quarta, il Lavezzini tornerà a giocare in trasferta a Chieti. Sulla carta un altro match più che abbordabile per continuare la striscia vincente.

Nessun commento: