/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

martedì 29 ottobre 2013

Il grande successo di "Fuoco di gioia" al Teatro Regio

UN TRIONFO, CON PUBBLICO IN VISIBILIO
Un concerto, quello organizzato da Paolo Zoppi per il Club dei 27, nell'ambito del Festival Verdi, che sarà difficile da dimenticare - Applausi e ovazioni per tutti - Le lacrime di Desirée Rancatore - Il cavalierato di Verdi a sorpresa al maestro Donato Renzetti
Esito trionfale di "Fuoco di gioia", il megaconcerto al Teatro Regio, nell'ambito del Festival Verdi, che ha coronato definitivamente Paolo Zoppi, Falstaff del Club dei 27, come grande organizzatore di eventi di musica lirica. Un assoluto trionfo, che ha premiato Zoppi e tutti gli artisti, compresa Anna Pirozzi che ha dovuto rinunciare alla sua esibizione per un improvviso abbassamento di voce. Trionfo personale anche per una delle maggiori beniamine del pubblico di Parma, Desirée Rancatore, in lacrime per l'emozione. E la stessa Desirée, quando ancora il concerto non era concluso, ha scritto sulla sua pagina di Facebook: "Una di quelle serate di lirica che ti aiutano a superare stanchezza e sacrifici. Grande concerto verdiano di beneficenza per la Casa di riposo Verdi al Teatro Regio di Parma. Pubblico in visibilio! Queste cose fanno bene al cuore". Trionfo dunque anche per il Club dei 27 che ha impreziosito il Festival Verdi con qusta grande serata verdiana, durante la quale sono stati assegnati anche i Cavalierati di Verdi a Fiorenza Cossotto, Pier Luigi Pizzi e, a sorpresa, al maestro Donato Renzetti, che ha diretto la Filarmonica Toscanini. Sarebbe perfino superfluo aggiungere anche la straordinaria esibizione della Corale Verdi, diretta da Fabrizo Cassi. Ricordiamo i nomi dei grandi artisti che hanno animato l'indimenticabile serata: Elisabetta Fiorillo, Desirée Rancatore, Dimitra Theodossiou, Giuseppe Altomare, Roberto Aronica, Marco Spotti, Vladimir Stoyanov.

Nessun commento: