/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

venerdì 4 ottobre 2013

Festival Verdi: Temirkanov rinuncia al concerto del 10 ottobre

TEMIRKANOV "OUT" PER MOTIVI DI SALUTE
SUL PODIO IL MAESTRO FRANCESCO IVAN CIAMPA
Il celebre direttore d'orchestra russo non potrà dirigere la Filarmonica Toscanini al Regio nella era del Bicentenario verdiano perchè ha dovuto rinunciare ai suoi impegni per ragioni di salute - Ne ha dato annuncio un comunicato del Teatro Regio - Sarà sostituito dal giovane direttore avellinese Francesco Ivan Ciampa, già a Parma per dirigere la terza opera del Festival Verdi, "I masnadieri"
Il maestro Yuri Temirkanov, a sinistra e il maestro Francesco Ivan Ciampa
Una seconda tegola sul Festival Verdi, sempre per motivi di salute. Dopo la defezione del neo senatore a vita maestro Claudio Abbado che avrebbe dovuto dirigere la Messa da Requiem al teatro Farnese, un grande evento che sarebbe stato la "preapertura" del festival, adesso, ancora per ragioni di salute, è arrivata la notizia della defezione del maestro Yuri Temirkanov, che dal 2009 è stato direttore artistico del Regio e che la sera del 10 ottobre, proprio il giorno del Bicentenario della nascita di Verdi, avrebbe dovuto dirigere un grande e attesissimo concerto con la Filarmonica Toscanini. Prenderà il suo posto i giovane direttore avellinese Francesco Ivan Ciampa, che è già a Parma perché dovrà dirigere la terza opera in cartellone, "I masnadieri". Ecco il comunicato stampa del Teatro Regio:
Per ragioni di salute il Maestro Yuri Temirkanov è trattenuto a San Pietroburgo e ha dovuto rinunciare ai suoi impegni delle prossime settimane.

Il Festival Verdi, consapevole dell’unicità artistica del Maestro Temirkanov, ha deciso di affidare la direzione del concerto del 10 ottobre a Francesco Ivan Ciampa, sottolineando così la scelta di valorizzare un giovane talento italiano, impegnato al Festival sul podio de I masnadieri, che ha già dato prova nel nostro Teatro di profonda ed entusiasta adesione agli accenti e alla ricchezza del tessuto musicale verdiano.
Il Maestro Temirkanov scrive: “Sono profondamente dispiaciuto che la mia salute non mi consenta di poter essere al Festival Verdi con gli amici di Parma e del Teatro Regio per l’importante ricorrenza del bicentenario di Giuseppe Verdi. Sono con voi con tutto il mio cuore e spero di poter tornare presto a Parma, città che amo molto e che ha saputo regalarmi tante serate indimenticabili”.
Per l’assenza del Maestro Temirkanov, l’annunciata diretta televisiva del concerto su Classica hd Sky (canale 131) non avrà luogo.

1 commento:

bedo ha detto...

Speriamo che l'avellinese Ciampa parta bene!