/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

giovedì 19 settembre 2013

Paolo Bucci alla Grand to Grand Ultra / Il racconto dell'impresa -2-

"MENTRE ASPETTO L'AEREO CHE MI PORTA A LAS VEGAS
VI SPIEGO PERCHÉ IL MIO ZAINO SARÀ LA MIA CASA"
Dall'aeroporto di New York, in attesa del volo che lo porterà in Nevada, Bucci ci svela "i segreti" dello zaino che porterà sulle spalle nelle sette tappe della massacrante corsa americana - "Peserà, compresa l'acqua, 14 chili e mezzo e comprenderà tutto quello che mi servirà in corsa" - "Luciano Rossi, l'altro parmigiano, avrà uno zaino molto più leggero"
Contatto telefonico con Paolo Bucci che "becchiamo" in una sala d'imbarco dell'aeroporto internazionale Kennedy di New York mentre è in attesa del volo che lo porterà al Mc Carran International Airport di  Las Vegas, la città del Nevada dove alloggerà nello stesso albergo di Luciano Rossi, l'atleta della Casone Noceto che pure parteciperà alla corsa. Insieme, con i pullman dell'organizzazione, raggiungeranno Kanab, la località dello Utah da dove partirà la massacrante corsa (169 miglia, 273 chilometri) in sette tappe. Bucci su Facebook, prima di partire, aveva postato una foto dello zaino con questa dicitura: "La mia casa". Ecco, al telefono gli abbiamo chiesto che cos'è c'è dentro alla sua "casa" dei sette giorni della corsa. "La mia casa - zaino", ci ha detto "contiene tutto quello che mi servirà alla Grand to Grand Ultra. "Ventun bustine di cibo liofilizzato, ne userò tre al giorno, colazione, pranzo e cena, frutta secca, barrette, due cambi che farò durante la gara, un sacco a pelo, un materassino gonfiabile. Il peso dello zaino sarà, alla partenza della gara, di 13 chili, ma ogni giorni bisogna aggiungerci un litro e mezzo d'acqua. Quindi il peso totale sarà di 14 chili e mezzo. Martedì, per la long stage, la tappa più lunga, 84 chilometri e mezzo, sarò un po' più alleggerito, visto che avrò già consumato un po' di buste, barrette e frutta secca. Credo di essere a posto. Luciano Rossi correrà molto più "leggero", porta il minimo indispensabile. Ma non voglio fare confronti, lui è un po' più giovane di me e... va anche più forte. Un'ultima notizia: gli italiani in gara non saranno dieci, me compreso, come annunciato, ma nove, perché Francesco Garanzino, non in condizioni ottimali, ha rinunciato".

Nessun commento: