O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


giovedì 26 settembre 2013

L'Editorialino - Parliamoci chiaro

BARILLA HA AVUTO CORAGGIO
PERCHÉ CONDANNARLO?
Ha sollevato una bufera sul Web l’intervista a Guido Barilla mandata in onda dal programma “La zanzara” di Radio 24, durante la quale il presidente del colosso alimentare parmigiano ha detto che non farebbe uno spot con una famiglia omosessuale - In seguito Barilla si è sentito in obbligo di ribadire, come per altro aveva già detto nell’intervista, che ha il massimo rispetto per le coppie omosessuali ma che ha voluto solo sottolineare la centralità del ruolo della donna all’interno della famiglia” - La reazione del fotografo Oliviero Toscani, autore di celebri campagne pubblicitarie: “Se davvero ha detto che i gay, se vogliono, possono mangiare un’altra pasta, allora smetto di mangiare la Barilla” - Ma che cosa ha detto di tanto grave Guido Barilla? Per essere “in” dovrebbe per forza fare uno spot gradito ai gay? Lui ha detto che li rispetta e che non ha nulla contro di loro, cosa dovrebbe fare, o dire, di più?
L'intervista di Guido Barilla alla trasmissione “La zanzara” di Radio 24 , che ha sollevato un putiferio per le sue dichiarazioni sulle famiglie gay,  potete ascoltarla, per quanto riguarda i brani incriminati, anche qui, su Pramzanblog. Così, senza intermediari, potete ascoltare diretta-mente dalla voce del presi-dente del colosso alimenta-re parmigiano, quello che ha detto al conduttore della trasmissione, Giuseppe Cruciani. Comunque, se volete, potete anche leggere la traduzione del brano incriminato. Eccola. 
CRUCIANI - Perché non fate uno spot con una famiglia gay?
BARILLA - Diciamo che noi abbiamo una cultura vagamente differente.
CRUCIANI - In che senso, scusi?
BARILLA - Per noi il concetto di famiglia sacrale rimane uno dei valori fondamentali dell’azienda. La salute, la famiglia, il concetto di famiglia...
CRUCIANI Cioè non fareste mai uno spot?
BARILLA - No, non lo faremo, perché la nostra è una famiglia tradizionale.....
QUI SOPRA ASCOLTATE L'INTERVISTA A BARILLA DI RADIO 24

1 commento:

Anonimo ha detto...

D´accordo con l´editoriale. Barilla ha detto quello che pensa, senza allinearsi a quei poveri di pensiero che "devono" dire cose gradite alle masse.
Se i gay non vogliono mangiare piu´pasta Barilla, sono loro dei poverini perché é una delle migliori ed é uno degli orgogli nazionali, che oramai davvero sono rimasti pochini.....
Bravo Barilla, tutti i mei complimenti!!!!