/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

domenica 7 luglio 2013

REPLICHE D'ESTATE 2013 /3/ - Una fotostoria del 24 giugno 2009


IN QUANTI ERANO
ATTORNO AL FERETRO
DI PADRE LINO?

Uno dei lettori più affezionati di PramzanblogMaurizio Reggiani, ci ha inviato una bellissima foto-cartolina che ha trovato in solaio. È la foto scattata dal celebre studio Vaghi in occasione dell'esposizione della salma di Padre Lino Maupas, scomparso il 14 maggio 1924. Foto straordinaria, che suscita commozione. Intorno al feretro si vedono tre scout, tre frati, un milite della Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale, con moschetto e baionetta innestata e un altro uomo, probabilmente uno dei sagrestani. Pramzanblog, si sa, ha l'abitudine di approfondire. Così, nel sito Padre Lino da Parma, ha trovato la stessa identica foto. Lo stesso scatto dello studio Vaghi. Ma... con un piccolo particolare: qui, attorno al feretro, c'è un milite in più e un frate in meno. Perché in una versione della stessa foto, diventata cartolina, manca un milite? E perché nella foto riprodotta nel sito manca un frate? Per saperlo non potevamo che rivolgerci a padre Berardo Rossi, frate minore del Convento della Santissima Annunziata e vicepostulatore della causa di beatificazione di Padre Lino.
"A quei tempi", ci ha spiegato padre Berardo "le immagini venivano impresse su lastra, che aveva un formato diverso da quelli attuali. Per questo la foto è stata ridotta, tagliando chi da una parte, chi dall'altra. No, non ci sono misteri. Ma noi, all'Annunziata, abbiamo la foto intera, con i due militi e i tre frati. Anzi, posso dire anche i nomi dei tre frati. Da sinistra sono padre Ernesto Maestrami, fra Martino Favalesi, che allora era sagrestano ed era parmigianissimo, nato in via delle Fonderie, quindi anche parrocchiano dell'Annunziata. E il terzo frate, quello che è "sparito" dalla seconda foto, era fra Domenico, del quale purtroppo in questo momento non ricordo il cognome. Quella foto del feretro di Padre Lino ha un grande valore storico. Come si vede la salma del frate è vegliata, oltre che dai confratelli, da due militi della Milizia Volontaria, con moschetto, e da tre scout. Era la prima apparizione pubblica e "ufficiale" degli scout di Parma, che erano in attività dal 1915. Ma proprio in quel periodo il regime aveva varato una legislazione che penalizzava fortemente tutte le organizzazioni giovanili cattoliche, compresi dunque gli scout, che furono poi "sciolti" nel 1928. Ma già allora i miliziani andavano a bruciare le sedi degli scout. La foto è dunque un documento storico: scout e militi della Milizia Volontaria non si sono più visti insieme".
CLICCARE PER INGRANDIRE LE FOTO

Nessun commento: