/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

sabato 6 luglio 2013

Gli strabilianti risultati della musicoterapia nella rubrica "State Allegri"


I MIRACOLI DELLA MUSICA
Renzo Allegri offre ai lettori di Pramzanblog un grande servizio nel quale spiega che, dopo cinque anni di ricerche, la scienza medica ad altissimo livello ammette che la musica, in certe malattie, ha un'efficacia a volte superiore a quella dei farmaci chimici - Con la musica si possono curare l'Alzheimer, il Parkinson, la demenza senile - L'intervista con il professor Giorgio Brunelli, neuroscienziato di fama mondiale
La scienza medica ufficiale è sempre stata un po' restia a considerare la validità della musicoterapia nella cura di gravi malattie come il Parkinson, l'Alzheimer, la demenza senile. Però non  è stata con le mani in mano, ha proseguito le ricerche, ed ora, dopo cinque anni di studi approfonditi può affermare che, sì, anche la musicoterapia può aiutare, e tanto, in alcuni casi addirittura più dei farmaci chimici usati finora. Insomma, l'ascolto di Mozart, Bach, Beethoven, Verdi, Rossini, Puccini (ma anche delle musiche moderne) può dare risultati strabilianti. Di questo tema quanto mai interessante ci parla nel servizio che pubblichiamo Renzo Allegri, il noto giornalista e scrittore che, nello spazio della sua rubrica "State Allegri" regala ogni volta a nostri lettori vere e proprie "chicche" giornalistiche. L'articolo che state per leggere vi stupirà. Le foto sono di Nicola Allegri.

Nessun commento: