/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

venerdì 31 maggio 2013

Tutto quello che bisogna sapere della nostra storia -8-


"SPAZIO ALLA CULTURA":
L'ASSASSINIO DI GASPARE BOLLA DEL 5 GIUGNO 1874

Per la rubrica "Spazio alla cultura" che, senza scadenze fisse presenta "chicche" di storia, di arte, di letteratura, ricordiamo, con un articolo di Achille Mezzadri, un delitto che scosse la città 139 anni fa - Nell'allora Strada dei Genovesi fu ucciso il consigliere prefettizio Gaspare Bolla, inviso ai parmigiani che lo chiamavano "Carlén tri", ricordando l'assassinio del duca Carlo III - Alla sua morte sua moglie Pia Marchi era incinta di Gaspare, che poi divenne un famoso aviatore ed al quale è dedicato l'aeroclub di Parma - Per quel delitto fu incolpato Pietro Vitali, detto "Bornisa", che scontò 37 anni di carcere duro, forse innocente
Il manifesto con il quale il comune di Parma il 7 giugno 1878, due giorni dopo il delitto, invitò la cittadinanza a partecipare al funerale del cavalier avvocato Gaspare Bolla, che si svolsero l'indomani. Nel tondo l'autore dell'articolo
LEGGETE "SPAZIO ALLA CULTURA"

Oggi festeggiamo il compleanno di...

giovedì 30 maggio 2013

Il "cór crozè" ha fatto da testimonial alla "Prosciutteria Noi da Parma" di via Farini

MICHELOTTI SUPERSTAR NEL REGNO DEI PROSCIUTTI
Michelotti, una delle "icone" della parmigianità, è stato l'indiscussa "star" della presentazione del nuovo numero del quadrimestrale "Assaggiami" avvenuta oggi alla Prosciutteria Noi da Parma - Su Stadiotardini.it  ampi servizi sull'evento, con foto e video


↵ Use original player
YouTube
← Replay
X
i

Il video realizzato da Gabriele Majo, direttore di Stadiotardini.it
Tutte le foto sono tratte dall'ampia galleria e dai servizi di Stadiotardini.it (per gentile concessione)

Oggi festeggiamo il compleanno di..


mercoledì 29 maggio 2013

Le strade e le piazze di Parma nei volti dei personggi a cui sono intitolate -23-

"UNA VIA, UN VOLTO": BORGO PIETRO GIORDANI
A Parma vale da anni la buona abitudine di affiancare ai nomi delle strade e delle piazze anche l'antica denominazione - Sarebbe interessante se accanto ai nomi dei personaggi ci fosse anche un ritratto - A questa piccola lacuna sopperisce Pramzanblog - Oggi proponiamo Borgo Pietro Giordani, già Traiolo di San Paolo, che collega Strada Garibaldi con Borgo del Parmigianino
PIETRO GIORDANI (Piacenza 1° gennaio 1774 - Parma 2 settembre 1848).  Fu un importante letterato, favorevole al regime napoleonico. Nel 1807 scrisse un "Panegirico alla sacra Maestà di Napoleone" e l'anno seguente fu nominato protosegretario dell'Accademia di Belle Arti di Bologna, incarico che dovette lasciare nel 1815. Amico di Giacomo Leopardi, risiedette a Piacenza, Bologna e Milano, dove fu redattore con Vincenzo Monti della rivista "La Biblioteca Italiana". Negli ultimi anni della sua vita risiedette a Parma, nell'attuale Strada della Repubblica, al numero 95. A Parma fu anche incarcerato per tre mesi, per le sue idee liberali, nel 1834.

Oggi festeggiamo il compleanno di...

martedì 28 maggio 2013

La scomparsa di Little Tony

Ricordiamo "cuore matto", il popolare cantante scomparso ieri sera, con un riferimento "parmigiano": il film musicarello "Vacanze sulla Costa Smeralda" di cui fu l'interprete principale. Nel cast c'era anche Tamara Baroni

lunedì 27 maggio 2013

Adriano Malori: il ritorno a casa del "Signore della Baviera"

ECCO IL BALCONE DI CASA MALORI
Tornato a casa nella sua Traversetolo dopo il trionfo nel Giro di Baviera, il campione della Lampre Merida ha messo sul balcone le "reliquie" della trasferta tedesca: la maglia gialla e un bicchierone di birra da due litri. La spiritosa composizione ha sembianze umane...
Adriano Malori è tornato a casa, a Traversetolo, e si sta gustando il sapore del trionfo dopo l'exploit in terra tedesca. Ecco che cosa ha scritto sulla sua bacheca di Facebook, dove ha messo la foto scattata oggi al suo balcone: "Vincere una tappa e la classifica finale del Bayern Rundfahrt, la gara più importante di Germania, il mio primo successo  in una corsa a tappe, mi ripaga di tante delusioni e momentacci!!! Quindi la maglia di leader sul balcone di casa e il bicchiere che davAno sul podio da due litri vuoto... la dicono tutta sul mio stato d'animo..... Vamosssss!!!! MAL0"

Echi della seconda rassegna delle Maschere italiane a Parma

CHE ESAGERATI: 274 FOTO DELLE MASCHERE CHE HANNO INVASO PARMA (QUI SOPRA LE QUATTRO
GALLERIE FOTOGRAFICHE DI ALESSANDRO BOCELLI)

La nuova puntata di "Su il sipario"


PUBBLICO ENTUSIASTA AL GRANDE CONCERTO
DI PRIMAVERA
DEGLI AMICI DELLA LIRICA DEL CRAL CARIPARMA
Paolo Zoppi ha dedicato la nuova puntata della sua rubrica quasi interamente al concerto di martedì scorso andato in scena alla Sala Gandolfi della Corale Verdi con Natalia Lemercier, Alejandro Escobar e Leonora Sofia, accompagnati al pianoforte dal maestro Simone Savina - Nella rubrica anche tre cartoline con gli autografi di altrettanti grandi della lirica 
Come ha scritto Zoppi nella puntata odierna della sua rubrica "grande concerto di primavera doveva essere e grande spettacolo è stato! Martedì sera la Corale Verdi, in una Sala Gandolfi che non è riuscita ad accogliere tutti gli appassionati tanto da doverne sistemare diversi nella saletta antistante...". Insomma, avete capito, il Grande Concerto di Primavera degli Amici della Lirica del Cral Cariparma, con il soprano Natalia Lemercier, il mezzosoprano Leonora Sofia e il tenore Alejandro Escobar (che ha sostituito all'ultimo momento il febbricitante Victor Romanov) è stato un successo pieno. E Zoppi ce ne parla diffusamente nella puntata odierna di "Su il sipario", che si conclude con la consueta mini carrellata di cartoline con gli autografi dai grandi della lirica, appartenenti alla preziosa collezione di Zoppi.

domenica 26 maggio 2013

Stavolta l'é andäda bén

L'ALLEGRA INVASIONE DELLE MASCHERE ITALIANE A PARMA
Collage fotografico con foto tratte da "Il Mattino di Parma" e "Tg Parma"

L'exploit bavarese di Adriano Malori: una corsa a tappe torna pramzàna dopo 43 anni...

MA COME STA BENE LA MAGLIA GIALLA A MALORI...
Ecco il campione traversetolese della Lampre Merida sul podio di Norimberga, con la maglia gialla di vincitore del Giro di Baviera - È un colore che gli dona molto... che la possa indossare anche al Tour de France, magari anche solo per un giorno, come fece con la rosa? - L'impresa di Adriano riporta alla mente l'ultima vittoria di un parmigiano in una corsa a tappe: Ercole Gualazzini, che nel 1970 vinse il Tour d'Indre e Loire, in Francia
Süssen Küssen (Bazén dólz...)
A tutta birra!
Malori, der Herr von Bavaria, und die andere.... (Malori, al Sjór 'dla Baviéra, e chjätor...)
Adriano Malori l'uomo del giorno in Baviera (dopo i giocatori del Bayern Monaco...)
Zusammen trinken (Bvèmma insèmma... Mama, che bvuda!

Giro di Baviera: il trionfo di Adriano Malori

MALORI, IL SIGNORE DELLA BAVIERA
Il campione di Traversetolo, al termine dell'ultima tappa, è arrivato a Norimberga in maglia gialla ed ha conquistato così il Giro di Baviera, dove già si era classificato secondo nel 2010, da neo professionista - È il primo italiano a vincere la corsa tedesca, aperta ai professionisti dal 1990 - Per Adriano questa è la terza vittoria stagionale, la quinta da "prof"
Grande Adriano! Da oggi il campione traversetolese della Lampre Merida può essere definito "Signore della Baviera", visto che ha vinto la Bayern Rundfahrt  (nessun italiano prima di lui era riuscito nell'impresa), la stessa corsa dove nel 2010, da neo professionista, si era classificato secondo. La vittoria è arrivata grazie all'ottimo comportamento di tutta la Lampre nelle prime tre tappe, con Adriano che ha disputato perfino degli sprint, ma soprattutto grazie alla superba prova a cronometro di ieri, nella quale ha dominato, nonostante un inizio non felicissimo, causato da un rapporto troppo duro. Oggi nell'ultima  tappa, che si è conclusa con la vittoria di Heinrich Haussler, tutta la Lampre Merida ha controllato la corsa per difendere il primato del traversetolese.

Le strade e le piazze di Parma nei volti dei personaggi a cui sono intitolate -22-

"UNA VIA, UN VOLTO": PIAZZALE GIUSEPPE SERVENTI
A Parma vale da anni la buona abitudine di affiancare ai nomi delle strade e delle piazze anche l'antica denominazione - Sarebbe interessante se accanto ai nomi dei personaggi ci fosse anche un ritratto - A questa piccola lacuna sopperisce Pramzanblog - Oggi proponiamo Piazzale Giuseppe Serventi, tra borgo delle Grazie, borgo Rodolfo Tanzi e borgo Santo Spirito
GIUSEPPE, SERVENTI (Montecchio Emilia 7 giugno 1743 - Parma 19 dicembre 1826). Dopo essersi laureato in medicina a Parma, Serventi si dedicò ai traffici e al commercio. Nel 1794 aprì una banca, il Banco Serventi, che si guadagnò fiducia in tutta Europa. Ma si dedicò anche all'industria, spaziando dalle cere, alle stoffe, all'agricoltura. Promosse l'istituzione dell'ospizio di Arti e Mestieri e fondò la Società Serventi per mettere i non vedenti in condizione di avere un proprio sostentamento. Nel 1811 acquistò la Real fabbrica dei vetri e delle ceramiche alla cui conduzione collocò i figli Antonio e Pellegrino. Il piazzale gli è stato intitolato il 31 marzo 1951, quando fu sostituita la precedente denominazione di via Serventi


sabato 25 maggio 2013

A giugno apre a Parma il secondo "cinque stelle": Il Park Hotel Pacchiosi

E DEDLÀ DA L'ACUA L'E DRÈ A RIVÄR AL LUSS...
Immerso in un parco di 10mila metri quadrati, in strada del Quartiere 4, ha 59 camere, di cui 4 appartamenti, 12 suites e 25 junior suites
Fino ad ora l'unico "cinque stelle" di Parma era il Gran Hotel de la Ville, con le sue 110 camere nei pressi del Barilla Center. Senza dimenticare il prestigioso Palazzo Dalla Rosa Prati in strada al Duomo con le sue lussuose suites. Ora il lusso sta per arrivare anche dedlà da l'acua. A giugno infatti aprirà il Park Hotel Pacchiosi, in strada del Quartiere 4. L'edificio storico che ospita l'hotel risale all'inizio del Novecento e fu ideato dall'ingegner Enrico Bovio per la costruzione della "Reale Clinica Chirurgica". È caratterizzato da uno scalone monumentale, soffitti a volte con altezze superiori ai sei metri e da ampi saloni. Trasformato in struttura alberghiera, ha 59 camere, di cui 4 appartamenti, 12 suites e 25 junior suites.

Parma in stato d'assedio per i manifestanti anti 41bis

IL CARCERE SARÀ ANCHE DURO, MA È STATA DURA
ANCHE LA GIORNATA DEI PARMIGIANI  OGGI...
Saracinesche abbassate e Parma blindata  per il corteo contro il regime del carcere duro, organizzato dall'Assemblea "Uniti contro la repressione"
PARMA.REPUBBLICA
GAZZETTA DI PARMA

Giro di Baviera: il crono-trionfo di Adriano Malori

LE FOTO PIÙ BELLE DEL "MALORI DAY"
A gh' l'ò fata!
La bionda è meglio... (la birra...)
Stile perfetto, da vero cronoman
Verso il trionfo
Lo sprint sul traguardo di Schierling
Il tradizionale bacio delle miss: meglio la bionda?

Giro di Baviera: Adriano Malori primo a Schierling e leader della classifica!

GRANDISSIMO MALORI! LI HA MASSACRATI TUTTI!
È ANDATO A TUTTA BIRRA... SIAMO IN BAVIERA....
Adriano Malori durante la prova di oggi
Straordinaria prova contro il tempo del campione traversetolese nella quarta e penultima tappa del Giro di Baviera - Ha dominato la cronometro e ha indossato la maglia gialla di leader - Domani, aiutato dalla sua squadra, cercherà di difenderla fino a Norimberga, per vincere il Giro di Baviera!
Malori con la maglia gialla di leader della classifica del Giro di Baviera
Adriano godeva dei favori del pronostico nella cronometro di oggi, ma un conto è essere favoriti e un conto è poi riuscire a vincere. Ma il "Malo" di questi tempi è fortissimo e non ha deluso le aspettative. Ha dominato tutti, anche i più  pericolosi specialisti contro il tempo, e alla fine dei 31 chilometri del percorso di Schierling ha dato 19 secondi di distacco a Jasha Sütterlin e 20 a Jan Barta. Ora è primo nella classifica generale, davanti a Geraint Thomas (a 23 secondi) e a Jan Barta (a 26). Sono buoni margini che consentiranno ad Adriano, con l'aiuto dei compagni di squadra della Lampre Merida, di difendere la maglia gialla domani nell'ultima tappa che si concluderà a Norimberga, conquistando così il Giro di Baviera. Per Malori questa è terra di conquista... Nel 2010, neoprofessionista,  alla fine della corsa si classificò secondo.
LE VITTORIE DA "PROF" DI ADRIANO
2011
- Crono della "Coppi & Bartali" a Crevalcore
- Campionato italiano a cronometro a Paternò
2013
- Crono della "Coppi & Bartali" a Crevalcore
- Crono della Bayern Rundfahrt a Schierling

Oggi è il giorno di Malori al Giro di Baviera

VAI "MALO"! SPACCA IL CRONOMETRO!
Oggi quarta tappa della Bayern Rundfahrt con la prova contro il tempo - Il campione di Traversetolo è attualmente terzo nella classifica generale e con un'eventuale vittoria odierna potrebbe indossare la maglia gialla, da difendere poi domani nell'ultima tappa, che si concluderà a Norimberga - Malori, che partirà alle 14:51, dovrà vedersela con altri specialisti come Daryl Impey, Geraint Thomas, Jan Barta e Jeremy Roy - Da non sottovalutare comunque l'attuale leader, Gerald Ciolek, che quest'anno ha vinto la Milano - Sanremo

venerdì 24 maggio 2013

Attesa per l'opera di Arrigo Boito -1-


L'INTRODUZIONE DI PAOLO ZOPPI AL "MEFISTOFELE"
AL REGIO DI SABATO 1° GIUGNO (DA TV PARMA)
PRIMA PARTE

Attesa per l'opera di Arrigo Boito -2-

L'INTRODUZIONE DI PAOLO ZOPPI AL "MEFISTOFELE"
AL REGIO DI SABATO 1° GIUGNO (DA TV PARMA)
SECONDA PARTE

giovedì 23 maggio 2013

Adriano Malori: "caccia grossa" del campione traversetolese in Germania

MALORI OGGI TERZO IN VOLATA E SECONDO
IN CLASSIFICA: E SABATO LA CRONOMETRO...
"Malo" non partecipa al Giro d'Italia, ma sta facendo faville nel Giro di Baviera, dove già arrivò secondo nel 2010 - Nella seconda tappa odierna è arrivato terzo ed è attualmente secondo nella "generale", a soli 3 secondi dal leader - Sabato sarà il favorito nella cronometro di 31 chilometri - La corsa finirà,domenica a Norimberga
Adriano Malori (indicato dalla freccia) oggi terzo nella volta di Viechtach, dietro Impey e Ciolek. Quarto Ulissi.
"Caccia grossa" di Malori in Germania. Il campione traversetolese, dopo l'ottimo inizio di stagione, è stato risparmiato per il Giro d'Italia, ma è attualmente impegnato, come una delle "punte" della Lampre Merida, nel Giro di Baviera (Bayern Rundfahrt), dove già si classificò secondo nel 2010. Nella prima tappa di ieri è arrivato 15° nella volata del gruppo, oggi, nella seconda tappa Mühldorf - Viechtach, ha disputato ancora la volata ed è arrivato terzo, dietro al sudafricano Daryl Impey e al tedesco Gerald Ciolek, vincitore della Milano - Sanremo. Quarto il suo compagno di squadra Diego Ulissi. Dopo la seconda tappa Malori è secondo in classifica, dietro al leader Impey, distaccato di soli 3 secondi. Il campione traversetolese si trova in questa ottima posizione anche grazie agli abbuoni (spiccioli di secondi) conquistati nei traguardi volanti. Sembra chiaro a questo punto che Adriano Malori punti alla vittoria finale, visto che dopodomani, sabato, sarà il grande favorito nella cronometro di Schierling di 32 chilometri. La tappa conclusiva, domenica prossima, si concluderà a Norimberga e a questo punto si può cominciare a sperare che "Malo" ci arrivi da vincitore.
Adriano Malori sul podio assieme a Impey (al centro) e Ciolek

mercoledì 22 maggio 2013

Parma sabato e domenica sarà invasa da 160 figuranti

LE MASCHERE ITALIANE TORNANO A PARMA
(È la seconda edizione ma sembra la prima)
L’anno scorso durante la prima edizione del progetto ideato da Maurizio Trapelli (Al Dsèvod) ne successero di tutti i colori: c’era al Dsèvod di scorta, pioveva che Dio la mandava, un pazzo fece esplodere una bomba davanti a una scuola a Brindisi e, per non farci mancare nulla, ci fu la prima grossa scossa di terremoto im Emilia.... - La manifestazione fu interrotta a metà domenica - Quest’anno ci si riprova: il tempo non si preannuncia favoloso, ma le speranze degli organizzatori sono intatte - Sabato sera tutti potranno andare a cena (in Ghiaia) con le Maschere
di ACHILLE MEZZADRI
foto di FRANCO SACCÒ (ARCHIMMAGINE)
L’àn passè, pu sfighè che ‘csì... Alla prima edizione della “Rassegna delle maschere italiane”, grande sogno di Maurizio Trapelli, in arte Al Dsèvod, ne successero di tutti i colori. Era il 19 e il 20 maggio. Tanto per cominciare, Trapelli non c’era... Dopo una gestazione portata avanti con amore e dedizione per mesi, al momento del... parto... era in ospedale, per risolvere problemini personali. Così, ad accogliere le maschere provenienti da tutta Italia, c’era Al Dsèvod di scorta, Massimiliano Bertoli. E va bén, lo show must go on, si poteva cominciare... Ma la pioggia se ne fregò delle maschere e Pulcinella, il dottor Balanzone, Arlecchino, Sandrone e compagnia si bagnarono come pulcini. Va bén... Lo show must go on. Ma arrivò la notizia terribile che un pazzo, a Brindisi, aveva fatto scop-piare una bomba davanti a una scuola e che una ragazza era morta... Be’ insomma, lo show must go on, ma dove lo mettiamo il divertimento in .......
LEGGETE L'ARTICOLO COMPLETO

Le strade e le piazze di Parma nei volti dei personaggi ai quali sono intitolate -21-


"UNA VIA, UN VOLTO": VIA CARLO RAIMONDI
A Parma vale da anni la buona abitudine di affiancare ai nomi delle strade e delle piazze anche l'antica denominazione - Sarebbe interessante se accanto ai nomi dei personaggi ci fosse anche un ritratto - A questa piccola lacuna sopperisce Pramzanblog - Oggi proponiamo Via Carlo Raimondi, che collega via Montanara con via Fermo Ognibene
CARLO RAIMONDI (Bocche di Cattaro 24 dicembre 1809 - Parma 5 gennaio 1883). Fu pittore e incisore, continuatore dell'opera di Paolo Toschi, del quale fu allievo. Insegnava a Milano, all'Accademia, quando la duchessa Luisa Maria di Borbone lo chiamò a Parma per prendere la direzione dello studio del Toschi e continuare l'incisione delle opere del Correggio, iniziate dal maestro. Fu quindi lui a eseguire la trasposizione su rame degli affreschi del Correggio.

martedì 21 maggio 2013

Le pagelle “annuali” di Cór Crozè

MICHELOTTI DÀ I VOTI AL CAMPIONATO DEL PARMA
Anche quest’anno il nostro grandeMiclòt ha analizzato con la consueta verve pramzàna la stagione dei crociati - Ha dato il voto più alto, 10, a Stefano Morrone che ha giocato pochissimo (“par la serietè”), ma il vero voto più alto l’ha riservato ad Amauri, 8 (“l’é stè un ezémpi par tutta la scuädra”) - Ha dato il voto anche ai giocatori che durante il campionato hanno lasciato il Parma

lunedì 20 maggio 2013

La nuova puntata di "Su il sipario"

PUNTATONA: L'ANNUNCIO DEL CONCERTO DI PRIMAVERA
DEGLI AMICI DELLA LIRICA DEL CRAL CARIPARMA,
IL DELUDENTE "DON CARLO" FIORENTINO
E IL TRIONFO DEI BAMBINI IN "ALICE" A PARMA LIRICA
Paolo Zoppi nella nuova puntata della sua rubrica si è occupato di ben cinque argomenti: il concerto di martedì prossimo alla Sala Gandolfi della Corale Verdi (ingresso libero) con Natalia Lemercier, Victor Romanov e Leonora Sofia, la recensione di una deludente recita di "Don Carlo" al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, la cronaca di due grandi successi, "Alice", cantata in sette quadri andata in scena a Parma Lirica e "Bianca, rossa e... Verdi" e la presentazuone di un altro bel concerto, "I giganti della musica"
Si può dire che questa settimana il nostro critico musicale si è "fatto in cinque". Nella nuova puntata di "Su il sipario" c'è infatti molto da leggere. Il numero 164 comincia con l'annuncio del Grande Concerto di Primavera, ormai tradizionale appuntamento degli Amici della Lirica del Cral Cariparma, che porta in scena alla Sala Gandolfi della Corale Verdi, martedì 22, il soprano Natalia Lemercier, il tenore Victor Romanov e il mezzosoprano Leonora Sofia, accompagnati al pianoforte da Simone Savina. La puntata prosegue con la recensione di "Don Carlo" al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, esecuzione applaudita più per spirito di cortesia che per altro. Zoppi ci racconta poi del grande successo ottenuto dai bambini che hanno messo in scena, all'Auditorium di Parma Lirica, lo spettacolo Alice, che ha suscitato emozioni ed ha ricevuto caldissimi applausi dal pubblico (c'era anche il sindaco Pizzarotti). Il quarto argomento è la cronaca di un altro successo: "Bianca, rossa e.. Verdi", tour intinerante e a suon si musica tra i musei. La puntata si conclude con l'annuncio del concerto "I giganti della musica" all'Auditorium Paganini.
LA PUNTATA NUMERO 164 DI "SU IL SIPARIO"

domenica 19 maggio 2013

Cór crozè - L'opinione di Michelotti

VA BE', ÈMMA VÉNS TRI A VÓ, MO IN-T-I PRIMM
TRENTA MINUD A N'ÈMMA GNAN VISST LA BALA...
PALERMO - PARMA 1-3 Sì, a m' són divartì, mo soltant da cuand i crozè i s'én dezdè. Primma difati i siciljan i s'àn tot in méza cme 'n giovedì e i àn avù tri o cuator ocasjón da goll. Par fortón'na stasìra, finn ch'l'é stè in camp, Mirante l'é stè super e l'à parè 'd tutt. 
Insomma, Alberto, decimo posto confermato... In fondo l'obiettivo è stato centrato.
Sì, sì, d'acòrdi, però al Parma ariss podù fär 'd pu in coll campjonät chì... Comunque non voglio far polemica, soprattutto dopo una vittoria così netta. Però, cme al solit, al Pärma l'à sornaciè par cuäsi un témp. Po al s'é dezdè dopa al goll 'd Gobbi. Al gh'à da ringrasjär Mirante, parchè s' l'aviss ciapè du o tri goll in-ti-primm trenta minud, a n' sarissom miga chi a parlär 'd vitorja. Comunque ho visto quattro gol bellissimi.
Quindi un super Mirante, fino all'infortunio...
A t'al pól dir! Anca s' l'à zughè méza partida, al mérita un bél ot e méz d'amblén!
Nel secondo tempo ha giocato Bajza. Che cosa mi dici di lui?
Guärda, senza infamia e senza lode. Dagh séz.
La difesa era formata da Coda, Paletta e Lucarelli...
A dagh la suficénsa pjén'na a tutt tri: séz e méz.
Gli uomini del centrocampo erano Rosi, Parolo, Valdés, Ampuero e Gobbi...
Dónca, a dagh séz e méz a Parolo, Valdés e Gobbi, ch'l'à fat un gran bél goll. Po a dagh séz a Ampuero e invéci sinch a Rosi.
Là avanti, Amauri e Belfodil.
Al solit Amauri, mentre Belfofil al pära ch'al zuga par piazér. Comunque séz e méz a tutt du.
Il migliore del Parma?
A n' gh'é dubbi: Mirante.
Il peggiore?
Rosi. L'éra petnè cme al Pupone, mo al ne gh' riva gnan aj calcagn.
E a Donadoni?
Dagh la suficénsa, mo a fagh fatiga... Stasira al podäva mettor su Morrone, sul tri a vó... Al mister al gh'à la sensibilitè sòtta aj calcagn...
Alberto, hai sbagliato la previsione: avevi pensato a un uno a uno...
Be', cuand a zbalj e al Pärma al véns meritatamént, a són contént l'istés.
mez
(Parti dialettali senza rete per l'indisponibilità del "supervisore" Giuseppe Mezzadri)
ALBERTO ORA IN DIRETTA A "PRONTO CHI PARMA?"