O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént.


sabato 13 aprile 2013

Putén 'd 'na volta -5-

PATRIZIA MONTEVERDI UNO E DUE: BAMBOLE E LIRICA
PATRIZIA MONTEVERDI La bella bambina pacioccotta che giocava con il suop bambolotto forse non immaginava, così piccola, che sarebbe diventata una "signora della lirica". Patrizia non canta, se non il "Va pensiero" quando si celebra Verdi, ma per anni è stata una delle "anime" di Parma Lirica, l'associazione musicale di via Gorizia della quale è diventata presidente l'anno scorso.

Nessun commento: