/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

domenica 28 aprile 2013

L'Editorialino - Parliamoci chiaro

L’ASSORDANTE SILENZIO
ATTORNO ALLA FINE DI UN GIORNALE
In queste ore potrebbe decidersi il destino del settimanale “Il Nuovo di Parma” per il quale, da parte degli editori, è stata annunciata la chiusura - Domani avrà luogo l’assemblea dei soci della Parmaedi, durante la quale potrebbe essere decisa la liquidazione della società - Purtroppo l’editoria parmigiana (“Gazzetta di Parma” e edizione locale online de “La Repubblica”) si sta squagliando - Varie testate hanno chiuso i battenti, quasi sotto silenzio - Ma la vicenda de “Il Nuovo di Parma” sta creando rumore: speriamo che la solidarietà verbale con i giornalisti che rischiano di restare a spasso (il direttore e due redattori) possa trasformarsi in un’azione concreta che riesca a garantire alla città una maggiore pluralità dell’informazione - L’opinione di Fabrizio Castellini, il direttore del settimanale “La voce di Parma”, che riesce a “tener duro” dal 2001




L'editoria parmigiana continua a perdere i pezzi: dopo Parmanews24, Parmapress, Parmasera, Parmaoggi, ParmaOk, Polis Quotidiano, adesso c’è il rischio (fondato) che tocchi al settimanale Il Nuovo di Parma, in vita dal 25 febbraio 2010. Mercoledì sera i suoi giornalisti, il direttore Valentina Zinelli e i redattori Gabriele Franzini e Paola Brianti) hanno ricevuto comunicazione delle intenzioni dei soci di Parmaedi (Beniamino Ciotti, Antonio Costantino, l’ingegner Gian Paolo Dallara e Salvatore Marando, anche amministratore), confermate poi giovedì pomeriggio. E adesso attendono con ansia la decisione che sarà presa domani, in assemblea, dai soci. La fiammella della speranza, si sa, non si spegne mai, fino all’ultimo, e non è detto che...
LEGGETE L'EDITORIALINO

Nessun commento: