/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

martedì 9 aprile 2013

Le strade e le piazze di Parma nei volti dei personaggi a cui sono intitolate -6-


"UNA VIA, UN VOLTO": BORGO G. DOMENICO ROMAGNOSI
A Parma vale da anni la buona abitudine di affiancare ai nomi delle strade e delle piazze anche l'antica denominazione - Sarebbe interessante se accanto ai nomi dei personaggi ci fosse anche un ritratto - A questa piccola "lacuna" sopperisce Pramzanblog - Oggi proponiamo Borgo Gian Domenico Romagnosi, già Borgo San Quirino, che collega via Farini con strada agli Ospizi Civili
GIAN DOMENICO ROMAGNOSI (Salsomaggiore 11 dicembre 1761 - Milano 8 giugno 1835). Giurista, filoso e fisico, visse a lungo a Trento, dove fu pretore e poi consulente legale. Nel 1804 fu chiamato a Parma a insegnare diritto pubblio all'università. Nel 1821 fu incarcerto a Venezia con l'accusa di aver partecipato alla congiura ordita da Pellico, Maroncelli e Confalonieri. Fu prosciolto, ma da quel momento gli fu vietato l'insegnamento. A Parma gli è dedicato il liceo classico di viale Maria Luigia


Nessun commento: