/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

lunedì 15 aprile 2013

La scomparsa del basso Franco Federici

CANTÒ NEI TEATRI DI TUTTO IL MONDO
E ANCHE CON MARIA CALLAS E RENATA TEBALDI
Sì è spento alle 19,20, dopo una lunga malattia, all’età di 74 anni - Cominciò a cantare nel 1959 e debuttò in palcoscenico nel 1962 - Ancora giovanissimo, si esibì al fianco della Callas a Milano e della Tebaldi a Firenze - È stato un fedelissimo del Regio, dove ha cantato in quasi tutte le stagioni dal ’66 all’89 - Lo ricordiamo anche nel concerto del 29 novembre 2010 “Parma canta per la Sla”, in un duetto con Lucetta Bizzi
di ACHILLE MEZZADRI

Non sono stato, e mi dispiace, tra i tanti amici di Franco Federici, il basso parmigiano che è scomparso poche ore fa, alle 19,30, dopo una lunga malattia. Ma ho avuto la fortuna, almeno, di conoscerlo, di scambiare due chiacchiere dietro le quinte del Regio, in quella magica sera del 29 novembre 2010 quando Mauro Biondini fu il gran maestro di cerimonie del concerto “Parma canta per la Sla”. Mi bastarono quei pochi minuti per farmelo simpatico, per chiedergli il numero di cellulare (purtroppo ora non mi serve più), per ascoltare dalla sua voce già qualche spicchio di anedoti, di ricordi della sua carriera, che l’ha visto calcare i palcoscenici di tutto il mondo. Poi lo ascoltai cantare ...

LEGGETE L'ARTICOLO COMPLETO
L'INTERVISTA DI MAURO BIONDINI



1 commento:

Daniele Rubboli ha detto...

Mi spiace davvero tanto. Era un artista vero, autentico. Con me ha cantato piu' volte in belle produzioni operistiche. Pregherò per lui.