Canzone natalizia del dicembre 2011 dedicata a tutti i parmigiani. Testo e musica di Achille Mezzadri, arrangiamento di Roberto Barrali, Coro delle Voci Bianche della Corale Verdi diretto da Beniamina Carretta. Produzione dell'allora (poi defunto) "Superblog pramzàn" (Pramzanblog di Achille Mezzadri, Parmaindialetto di Enrico Maletti e Stadiotardini.com di Gabriele Majo). Con: Vittorio Adorni, Luciano Armani, Monica Bertini, Mauro Biondini, Alberta Brianti, Robi Bonardi, Paolo Bucci, Giancarlo Ceci, Carlo Chiesa, Claudia Corbani, Zaira Dalla Rosa Prati, Tonino Fereoli, Armando Gabba, Gino e Dino, Gabriele Majo, Enrico Maletti, Corrado Marvasi, Achille Mezzadri, Alberto Michelotti, Edda Ollari, Maria Francesca Piedimonte, Victor Poletti, Francesca Strozzi, Paola Sanguinetti, Lorenzo Sartorio, Maurizio Trapelli (Al Dsèvod, secondo la grafia della Famìja Pramzàna), Daniele Villani, Paolo Zoppi. Riprese di Steve Mezzadri e Pietro Maletti. Montaggio di Steve Mezzadri. Sigle di Pietro Maletti. Realizzazione del video nella Sala Gandolfi della Corale Verdi.

O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


martedì 12 marzo 2013

Il nuovo numero della rubrica "Su il sipario" di Paolo Zoppi


STANDING OVATION PER EDITA GRUBEROVA A MADRID
(E TANTI APPLAUSI ANCHE PER VLADIMIR STOYANOV)
Zoppi è andato in trasferta in Spagna per assistere a uno spettacolo che ha lasciato il segno: "Roberto Devereux" di Donizetti in forma di concerto con un'immensa Gruberova e un cast stellare con il quasi "parmigiano" Vladimir Stoyanov, Sonia Ganassi, José Bros e Simon Orfila - La rubrica comprende anche la cronaca del grande successo ottenuto all'Auditorium del Carmine dal "Rigoletto" strumentale con l'applauditissimo Trio Renaissance
In alto la standing ovation per Edita Gruberova e gli altri interpreti del "Roberto Devereux" al Teatro Real di Madrid. Qui sopra Paolo Zoppi con il Trio Renaissance dopo il successo del "Rigoletto" strumentale all'Auditorium del Carmine
Diciotto minuti di applausi sono un'eternità ed Edita Gruberova, lo straordinario soprano slovacco li ha meritati tutti al Teatro Real di Madrid dove è stata protagonista dell'opera donizettiana Roberto Deverux  andata in scena in forma di concerto. Grande appuntamento con un cast stellare (oltre alla Gruberova il quasi "pramzàn" Vladimir Stoyanov, Sonia Ganassi, José Bros e Simon Orfila, al quale il nostro Paolo Zoppi non ha voluto mancare. E ha fatto bene, perché ha potuto assistere a un evento straordinario, che ci descrive nella puntata odierna della sua rubrica "Su il sipario". Instancabile come sempre, Paolo Zoppi, tornato da Madrid, ha poi messo in scena all'Auditorium del Carmine la nuova sfiziosa a proposta degli Amici della Lirica del Cral Cariparma, il Rigoletto strumentale eseguito dal Trio Renaissance. Un successone anche questo, apprezzatissimo dal pubblico che ha gremito l'Auditorium. E anche di questa gran bella serata di musica Zoppi ci parla nella sua rubrica. Buona lettura.

Nessun commento: