/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

domenica 3 febbraio 2013

Oggi nella rubrica "State Allegri"



L’ULTIMA VACANZA A VENEZIA DI RICHARD WAGNER


In questo 2013 si celebra il Bicentenario della nascita
di Wagner, avvenuta nel maggio del 1813, ma anche, il prossimo 13 febbraio, il 130° della scomparsa, avvenuta a Venezia nel 1883 - Renzo Allegri, attraverso documenti conservati al centro Documentazione di Bayreuth, all’Istituto Wagner di Monaco di Baviera e all’istituto storico germanico di Roma, ricostruisce l’ultima vacanza di Wagner in Italia e la sua improvvisa morte a Venezia
Per il mondo degli appassionati di lirica, il 2013 è l’anno di Giuseppe Verdi e di Richard Wagner. Tutti e due questi grandi compositori sono nati duecento anni fa e preci-samente nel 1813. Per Wagner poi ricorre anche il 130° anno della sua scomparsa, avvenuta a Venezia il 13 febbraio 1893. Opere, concerti e commemorazioni sono in programma nei vari teatri. La ricorrenza è portatrice anche di qualche polemica. Come quella provocata dal Teatro alla Scala di Milano, che ha iniziato la stagione lirica del Bicentenario verdiano  con un’opera di Wagner, suscitando critiche e ri-sentimenti perché tutti si aspettavano che la precedenza temporale, nel più grande teatro italiano, spettasse al massimo compositore italiano. Ma Wagner in questo non ha alcuna colpa. Anzi, se avesse dovuto scegliere lui, avrebbe dato senz’altro............
(Nella foto: Palazzo Vendramin, a Venezia, dove morì Richard Wagner - nel riquadro-)

Nessun commento: