/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

mercoledì 23 gennaio 2013

Renzo Oddi ricorda Manfredo Manfredi, il braccio destro di Pietro Barilla

FU LA COLONNA CHE TENNE IN PIEDI LA BARILLA
PRIMA, DURANTE E DOPO GLI AMERICANI
Ieri sera, dopo una lunga malattia, è scomparso nella sua abitazione di via Catalani l’ingegner Manfredo Manfredi, che affiancò Pietro Barilla nel decollo e nel consolidamento dell’azienda, della quale rimase alla guida anche durante il periodo in cui era di proprietà della Grace, dal ’70 al ’79 - “Fu proprio lui ad assumermi, nel ’53”, ricorda Renzo Oddi - “ Io fui il primo tecnico a vestire la vestaglia bianca” - “Un grande dirigente e un uomo di cultura” - “L’artefice della costruzione della nuova Barilla” - “Quando accadeva qualche problema tecnico non esitava a correrere in azienda ed entrare con noi negli essicatoi per risolverlo” - “La volta che una domenica, al tempo degli americani, mentre ero di turno a Pedrignano, Pietro Barilla venne da me e io l’accompagnai a rivedere gli impianti dell’azienda che era stata sua” - “La sera mi telefonò: Renzo, sto tornando”
Manfredo Manfredi nel suo studio, con Pietro e Guido Barilla, in immagini tratte dalla Gazzetta di Parma e da TG Parma. Nel tondo:  Renzo Oddi 
di ACHILLE MEZZADRI
La notizia è rimbalzata sul Web, come un tam tam. È morto l’ingegner Manfredo Manfredi, il grande manager, il grande uomo di cultura. Un’altra grossa perdita per la città, proprio nel tempo in cui l’immagine di Parma si sbiadisce con storie di corruzione, intrighi, arresti. L’uomo, l‘ingegner Manfredi, che prima fu il braccio destro di Pietro Barilla, nel decollo e nel consolidamento dell’azienda e che poi, oltre a ricoprire altri importanti incarichi, fu l’illuminato presidente della Fondazione Magnani Rocca. I lettori di Pramzanblog sanno bene che...........
LEGGETE L'ARTICOLO COMPLETO

1 commento:

Enrico Ghirarduzzi ha detto...

Che uomo, carissimo Direttore! Che uomo, proprio di quelli di cui se ne vedono pochi, un uomo raro, un manager splendido in tutti i sensi, fra quelli che ho conosciuto, direi forse il piu' grande in assoluto.
Gli ho parlato poche volte, ma e' sempre stato con grande piacere, guardava sempre avanti, proprio come diceva il signor Pietro Barilla, insieme hanno fatto tantissimo per la nostra citta', per l'Italia tutta, io ho lavorato tanti anni nell'azienda da lui diretta e posso testimoniare che Manfredo Manfredi era una persona squisita, educata, capace, uomo di sintesi, poche parole ma tutte preziosissime...
Sono molto dispiaciuto della sua scomparsa e approfittando dello spazio concessomi porgo le piu' sentite condoglianze ai figli ed alla moglie Mara.