/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

domenica 6 gennaio 2013

Quelle che il basket - Lavezzini - Orvieto 65-53

Da sinistra: Harmon, Ajdukovic, Franchini, Battisodo e Simeonov (all'ultima partita in gialloblu)
LA VITTORIA È ARRIVATA, MA NON È STATA

UNA PASSEGGIATA
(GIALLOBLU SECONDE IN CLASSIFICA DA SOLE)
Quinta affermazione consecutiva delle gialloblu allenate da coach Mauro Procaccini, che ora sono seconde in classifica da sole dopo Schio, che ha vinto a Lucca - I parziali: 21-14; 39-34; 44-42; 65-53 - Venti punti di Harmon, quattordici di Hajdukovic, dodici di Franchini, nove di Battisodo, otto di Simeonov, che ha disputato l'ultima partita con il Lavezzini, per dedicarsi ai doveri di mamma
Si temeva che contro Ceprini Costruzioni Orvieto non sarebbe stata una passeggiata per il Lavezzini Basket. Per vari motivi. Perché Gergana Slavcheva Simeonova giocava l'ultima partita in maglia gialloblu per dedicarsi ai doveri di mamma, perché Harmon era reduce da un attacco influenzale, perché Kireta e Corbani, influenzate, sedevano in panchina solo per onor di firma. Così l'ostacolo Orvieto, la squadra che battè il Lavezzini nell'opening day (57 a 54) ha dato molti grattacapi, almeno fino al terzo quarto, concluso con Parma avanti di soli due punti (44-42). Poi finalmente nell'ultimo quarto il Lavezzini è dilagato, conquistando una vittoria che nelle dimensioni può sembrare facile, invece non è stata per tre quarti del match. Grazie a questa affermazione le gialloblu, dopo la vittoria di Schio  a Lucca, sono seconde in classifica da sole, dietro Schio, e davanti a Lucca! 

Nessun commento: