O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


martedì 15 gennaio 2013

L'intervista di Giuliano Molossi a Silvio Berlusconi

BERLUSCONI: "VENDOLA MANDA I RICCHI ALL'INFERNO
E IO MANDO LUI IN PARADISO (NEI PARADISI COMUNISTI)
L'ex presidente del Consiglio è riuscito a occupare anche l'etere pramzàn con l'intervista - assolo che ha concesso al direttore di Tv Parma (e della Gazzetta di Parma) Giuliano Molossi - Il giornalista non ha fatto da materasso e ha cercato più volte di mettere in imbarazzo l'uomo di Arcore, che però è stato abile come sempre a sciorinare le sue verità e a trasformare una normale intervista giornalistica in una specie di comizio politico. Divertente il momento in cui Molossi ha chiesto a Berlusconi: "Vendola manda i ricchi all'inferno, lei dove lo manderebbe?". E l'ex premier ha risposto prontamente, con una delle sue solite battute da bar: "In Paradiso, ovviamente, ma in uno dei paradisi comunisti che ci sono ancora, Cuba e la Corea del Nord". Berlusconi, che continua con grande energia il suo assalto mediatico alle prossime elezioni, ha concluso l'incontro con Molossi con una preghiera: "Dottore, mi promette che prima delle elezioni viene a trovarmi ancora?"

2 commenti:

bedo ha detto...

Non ci sono inferni o paradisi, basterebbe solo uguaglianza, fratellanza, legalita'....

ACHILLE MEZZADRI ha detto...

Ma lei, signor Bedo, è francese?