/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

venerdì 11 gennaio 2013

Il popolare attore e cabarettista ha realizzato un album musicale

E GINO, TRA UNA GAG E L'ALTRA CON DINO,
VIAGGIA NELL'UNIVERSO CON LA MUSICA
Gino, con lo pseudonimo di DeeJoySet, torna sul mercato discografico con l'album "Across The Universe", che è pubblicato dalla piccola etichetta parmigiana Kalambur e che uscirà domenica, Sant'Ilario, sui principali store on line
Luigi Furlotti, che con Aldo Musci forma la coppia Gino e Dino, è sempre stato, e resta, anche un uomo di musica. Scrive canzoni da una vita, come deejay è stato un mago della consolle, ha, insomma, in concomitanza con gags comiche e scene teatrali, la musica del sangue. Così, tra una gag e l'altra con Dino, tra un'apparizione televisiva e l'altra sempre con Dino, appena può si mette alla tastiera e compone musica. Nell'ultimo periodo tassativamente elettronica. Ed il risultato, adesso, è l'album Across The Universe, che viene pubblicato dalla piccola etichetta parmigiana Kalambur (di Alessandro Cundari) e che uscirà domenica, Sant'Ilario, sui principali store on line: I Tunes, Beatport, Juno Download, Amazon.  Dieci brani di musica elettronica, da ascoltare ma anche da ballare, ispirati all'Universo: Mantica, Walking on the Beta VI, Dance in tranquillity base, Space Vibrations, Galactic Civilization, Milky ways, Supernova, Party on Earth, Zelda e Stop the time, dedicato quest'ultimo al ricordo dell'artista parmigiana Giovanna Tomasi, la madrina del magmatismo, recentemente scomparsa.
"Sì, eravamo molto amici", spiega Gino - DeeJoySet "fin da quando eravamo bambini. Ci eravamo persi di vista, ma poi ci eravamo ritrovati a un matrimonio e lei aveva voluto che scrivessi per lei alcune canzoni, che poi ha usato in alcune delle sue mostre. Aveva inventato la corrente artistica del "magmatismo" e lei usava definire l'essenza della sua arte con queste frasi: "ferma l'attimo, retine diem, stop the time". Ferma il tempo, appunto e io, ricordandola, ho voluto intitolare così, Stop the time, uno dei dieci brani del mio album". Viene da chiedere a Gino: "Torni alla musica, quindi lasci il teatro e la Tv?". Risposta: "Ma neanche per idea. Il sodalizio con Dino è più solido che mai. Presto torneremo in Tv e, oltre alla nostra commedia Una giornata piena di sorprese, che riproporremo anche nella prossima stagione teatrale, abbiamo tanta carne al fuoco: conduzione di programmi, un tour italiano a bordo di un camper... Insomma, non ci facciamo mancare nulla". "Perché un album di musica elettronica?". "Perché è nelle mie corde, perché è un'espressione musicale che corre con i tempi, perché, per farla corta, mi piace".
"A quale pezzo, dei dieci brani, ti senti più legato?". "A parte Stop the time, dedicato alla mia amica Giovanna, tutti e dieci. Li ho composti, suonati, arrangiati: sono tutti miei figli...". "Ma almeno uno...". "Non lo dico io, lo dicono i pochi amici che hanno già ascoltato i brani dell'album in anteprima: Space Vibrations". "Perché l'album esce a Sant'Ilario?". "Sono parmigiano, no? È la festa della nostra città e anch'io voglio farle un regalo". "L'album sarà solo on line o anche nei negozi di musica?". "Certamente vengono anche stampate le copie del cd, ma ormai la diffusione della musica avviene principalmente sul Web". "Costo dell'album?". "Spero di non sbagliarmi:, 9,90 l'album completo, 1,25 ogni singolo". Conoscendo Luigi... soldi spesi bene.
IL "PROMO" DI "ACROSS THE UNIVERSE"

Nessun commento: