O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


domenica 16 dicembre 2012

Quelle che il basket - serie A1

PARTITA DA INCUBO: NONOSTANTE L'ARBITRAGGIO SCANDALOSO E I TROPPI ERRORI DALLA LUNETTA IL LAVEZZINI BATTE UMBERTIDE (64 a 61) E CONQUISTA TERZO POSTO E LA "FINAL FOUR" DI COPPA ITALIA
Le gialloblu di coach Procaccini hanno conquistato la vittoria dopo un match durissimo condizionato dalla clamorosa inefficenza degli arbitri, ma anche dall'eccessiva imprecisione nei tiri dalla lunetta - Dopo i primi due quarti in svantaggio (14 a 22 e 27 a 33) sono tornate in partita nel terzo tempo concluso in vantaggio di cinque punti (50 a 45) - Ultimo quarto "batticuore", durante il quale è stato espulso Procaccini, però le gialloblu hanno tenuto, grazie anche a un'ottima Battisodo e hanno concluso 64 a 61 - Battisodo 16 punti, Kireta 14 - Grazie a questa affermazione Lavezzini accede alla "final four" di Coppa Italia e conquista il terzo posto solitario in classifica
In alto, da sinistra: Harmon, Battisodo, Simeonov. Qui sopra, da sinistra: Franchini, Kireta, Zara

Nessun commento: