O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


lunedì 24 dicembre 2012

La nuova puntata di "Su il sipario"

DESIRÉE ALL'AUDITORIUM DEL CARMINE:
UNA SERATA DA RICORDARE

Paolo Zoppi, nella sua rubrica, ha dovuto per l'ennesima volta parlare di sé come organizzatore e presentatore di un grande evento musicale, il recital di Desirée Rancatore, ma l'ha fatto con la solita misura,  nonostante le dimensioni del successo, che è stato grandissimo, al punto di indurre il pubblico, alla fine dello spettacolo, a un'interminabile standing ovation - La rubrica ospita anche la recensione di Zoppi del "Trovatore" a Bologna e l'Almanacco con il ricordo della "prima" di "Aida" al Cairo il 24 dicembre 1871
In alto Desirée Rancatore accompagnata al pianoforte da Simone Savina, qui sopra a sinistra il maestro Savina, Il professor Gian Carlo Izzi, primario del reparto di Oncoemantologia pediatrica dell’Ospedale, Corrado Vecchi, presidente di Giocamico, Desirée Rancatore e Paolo Zoppi. A destra la Rancatore dopo il recital

Chi ha letto sabato scorso la "Gazzetta di Parma" a pagina 49 sa già tutto su come è andato il recital di Desirée Rancatore, giovedì sera all'Auditorium del Carmine. Ne avremmo parlato molto volentieri già venerdì, visto che è nostra abitudine seguire gli avvenimenti (almeno quei pochi che seguiamo) "in contemporanea", come usa nel giornalismo sul Web. Ma per motivi tecnici non è stato possibile e così è andata a finire che "abbiamo preso il buco" dalla "Gazzetta di Parma". Comunque pazienza, visto che il direttore della "Gazzetta", Giuliano Molossi, è un amico.  Siamo però egualmente contenti che Paolo Zoppi, nella sua bella rubrica "Su il sipario" possa ricordare quanto straordinaria e da ricordare sia stata la serata al Del Carmine, con un pubblico che alla fine ha tributato a Desirée Rancatore un'interminabile standing ovation. Zoppi nella rubrica ci regala anche la recensione del "Trovatore", con Anna Pirozzi e Luca Salsi, che ha chiuso la stagione 2012 di Bologna. E c'è anche l'Almanacco, con l'anniversario della "prima" di "Aida" al Cairo.
LEGGETE LA PUNTATA 148 DI "SU IL SIPARIO"

Nessun commento: