Canzone natalizia del dicembre 2011 dedicata a tutti i parmigiani. Testo e musica di Achille Mezzadri, arrangiamento di Roberto Barrali, Coro delle Voci Bianche della Corale Verdi diretto da Beniamina Carretta. Produzione dell'allora (poi defunto) "Superblog pramzàn" (Pramzanblog di Achille Mezzadri, Parmaindialetto di Enrico Maletti e Stadiotardini.com di Gabriele Majo). Con: Vittorio Adorni, Luciano Armani, Monica Bertini, Mauro Biondini, Alberta Brianti, Robi Bonardi, Paolo Bucci, Giancarlo Ceci, Carlo Chiesa, Claudia Corbani, Zaira Dalla Rosa Prati, Tonino Fereoli, Armando Gabba, Gino e Dino, Gabriele Majo, Enrico Maletti, Corrado Marvasi, Achille Mezzadri, Alberto Michelotti, Edda Ollari, Maria Francesca Piedimonte, Victor Poletti, Francesca Strozzi, Paola Sanguinetti, Lorenzo Sartorio, Maurizio Trapelli (Al Dsèvod, secondo la grafia della Famìja Pramzàna), Daniele Villani, Paolo Zoppi. Riprese di Steve Mezzadri e Pietro Maletti. Montaggio di Steve Mezzadri. Sigle di Pietro Maletti. Realizzazione del video nella Sala Gandolfi della Corale Verdi.

O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


giovedì 8 novembre 2012

OPERAZIONE RESTYLING: siamo andati dallo stilista per avere un abito nuovo

COME I GRANDI GIORNALI
ANCHE PRAMZANBLOG HA FATTO IL RESTYLING
È un'antica abitudine delle grandi testate: fare un "restyling", una specie di lifting, per offrire ai lettori un nuovo aspetto grafico, ovviamente più allettante o moderno, almeno nelle intenzioni. Sta poi ai lettori stabilire se si trovavano meglio prima. Con i restyling non cambiano, necessariamente, i contenuti, anche se ogni giornale cerca sempre di migliorarsi, di avere idee nuove, e di adeguarsi ai tempi. Però, intanto, fa "toeletta".  Come avete visto in questi giorni, anche Pramzanlog, il nostro giornäl - blòggh tutt pramzàn, è andato dallo stilista per avere un abito nuovo, o almeno seminuovo. Modificata, innanzitutto, la testata: cambiato il carattere e ridotto il formato. Sotto la testata trovate i pulsanti che portano alle varie pagine, cioè ai numerosi "contenitori" del giornale: dalle interviste al dialetto, dai libri e dai reportage di Tamara Baroni, alle imprese desertiche di Paolo Bucci, dall'Editorialino a Michelotti. Ma trovate anche un nuovo pulsante: "Notizie parmigiane", con tutti i link all'informazione on line di Parma. Nessuna modifica, per il momento, al calendario e alla sezione foto e video. E arriviamo agli articoli. È qui che il restyling si fa più evidente. Lo spazio è molto più ampio di prima e quindi può ospitare fotografie più grandi. È cambiato anche il carattere, e il colore, di quello che in gergo giornalistico si chiama "occhiello". Nessuna modifica, per ora, alla colonna di destra. Ci riserviamo di apportare ancora qualche ritocco al nuovo "maquillage". Buona lettura.

Nessun commento: