/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

mercoledì 7 novembre 2012

Il cinema di Pramzanblog: rivediamoci il film "Le sorelle Materassi"

UNA GRANDE EMMA GRAMATICA
(CON LA SORELLA IRMA) E PAOLA BORBONI
Da sinistra Emma Gramatica, Paola Borboni e Irma Gramatica
Il film, tratto dal romanzo di Aldo Palazzeschi e girato da Ferdinando Maria Poggioli nel 1943, con Irma e Emma Gramatica (nata a Fidenza) , Massimo Serato e Clara Calamai, nel quale aveva una piccola parte Paola Borboni (nata a Golese) fu uno dei più amati dagli italiani. LA TRAMA: Teresa (Irma G.) e Carolina (Emma G.) sono due sorelle zitelle, sarte e ricamatrici, famose pr essere state perfino invitate in udienza dal Papa, ma anche per avere tra le clienti una discutibile avventuriera russa (Paola Borboni). Nella casa sono con loro la fidata domestica Niobe e la cinica terza sorella Giselda, l'unica sposata ma ormai abbandonata dal marito. La tranquillità della casa viene scombussolata dall'arrivo del nipote Remo (Massimo Serato), bello e scansafatiche, che conduce una vita dispendiosa e semina debiti ovunque. Le zie subiscono il suo fascino  e saldano i conti, riducendosi addirittura a firmare cambiali. Poi però una donna ricchissima e viziatissima, Peggy (Clara Calamai), si innamora di Remo e lo sposa. La scena madre del film è il momento in cui le due zitelle accompagnano il nipote in chiesa vestite anch'esse con l'abito bianco tra due ali di folla ilare.

Nessun commento: