O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


venerdì 12 ottobre 2012

Tutti al Ridotto del Regio, alle 17

UN APPUNTAMENTO
DA NON PERDERE:
LE VOCI BIANCHE
DELLA CORALE VERDI
AL "RIDOTTO"
Il Festival Verdi dedica quattro appuntamenti, al Ridotto del Teatro Regio di Parma alle ore 17, con ingresso libero, alle grandi pagine corali verdiane, affidate all’interpretazione delle corali cittadine - Il primo è oggi, con i bambini e i ragazzi diretti dalla mestra Beniamina Carretta

Peccato non esserci. Ma chi può non deve mancare. Perché se uno ama Verdi (ed ora siamo in pieno Festival Verdi) sa che i brani per coro sono tanti e straordinari ed è una vera "chicca" sentirli riproposti dai giovanissimi, dai cori delle voci bianche. Saranno quattro gli appuntamenti, il primo è oggi pomeriggio al Ridotto del Regio, con i bambini e i ragazzi, dai 6 ai 16 anni, della Corale Verdi, diretti dalla mestra Beniamina Carretta. Questi giovanissimi sono abitualmente interpreti della musica verdiana e si dedicano al lavoro di ricerca e di diffusione del canto popolare parmigiano, dei paesi europei ed extraeuropei. Il programma, introdotto dall'instancabile Mauro Biondini, affiancherà canti e inni del Risorgimento italiano a pagine corali tratte dal Il Trovatore, La Traviata, Otello, La forza del destino, Nabucco. Al pianoforte il maestro Roberto Barrali, con la partecipazione del soprano Angela Gandolfo e del tenore Filippo Pina Castiglioni.

Nessun commento: