O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


venerdì 12 ottobre 2012

Le precisazioni di Mauro Meli

LA LETTERA DI MELI
AL DIRETTORE
DELLA “GAZZETTA”:
ECCO IL MIO STIPENDIO
L’ex sovrintendente del Teatro Regio ha scritto una lettera al direttore della “Gazzetta di Parma” Giuliano Molossi rivelando gli introiti ottenuti nel periodo del suo mandato - Essendo “Pramzanblog” un contenitore pramzàn molto seguito dagli appassionati di musica lirica, ci sentiamo in dovere di ripubblicarla integralmente
Signor direttore,
 sono rimasto molto deluso dal leggere questa mattina che il presidente della Fondazione Teatro Regio di Parma, nonché sindaco di Parma, abbia ancora una volta – come già avvenuto in campagna elettorale – fornito dati equivocabili sul mio compenso. In proposito credo sia doverosa una piccola premessa. Tutti sappiamo che il sindaco impostò una buona parte della sua campagna elettorale anche sul tema del Teatro Regio, dichiarando che il Teatro costava più del Teatro alla Scala (mentre il rapporto vero è di 1 a 10, come minimo) e che il mio “scandaloso” stipendio era, una volta di 25.000 euro al mese, un'altra volta di 30.000 euro al mese.
Terminata la campagna elettorale, vinte le elezioni, al nostro primo incontro, ci confrontammo serenamente su tanti argomenti e, tra questi, alla fine del nostro colloquio, anche sul mio stipendio. Gli mostrai la mia busta paga di......
LEGGETE LA LETTERA COMPLETA
LA LETTERA SULLA GAZZETTA DI PARMA

Nessun commento: