Canzone natalizia del dicembre 2011 dedicata a tutti i parmigiani. Testo e musica di Achille Mezzadri, arrangiamento di Roberto Barrali, Coro delle Voci Bianche della Corale Verdi diretto da Beniamina Carretta. Produzione dell'allora (poi defunto) "Superblog pramzàn" (Pramzanblog di Achille Mezzadri, Parmaindialetto di Enrico Maletti e Stadiotardini.com di Gabriele Majo). Con: Vittorio Adorni, Luciano Armani, Monica Bertini, Mauro Biondini, Alberta Brianti, Robi Bonardi, Paolo Bucci, Giancarlo Ceci, Carlo Chiesa, Claudia Corbani, Zaira Dalla Rosa Prati, Tonino Fereoli, Armando Gabba, Gino e Dino, Gabriele Majo, Enrico Maletti, Corrado Marvasi, Achille Mezzadri, Alberto Michelotti, Edda Ollari, Maria Francesca Piedimonte, Victor Poletti, Francesca Strozzi, Paola Sanguinetti, Lorenzo Sartorio, Maurizio Trapelli (Al Dsèvod, secondo la grafia della Famìja Pramzàna), Daniele Villani, Paolo Zoppi. Riprese di Steve Mezzadri e Pietro Maletti. Montaggio di Steve Mezzadri. Sigle di Pietro Maletti. Realizzazione del video nella Sala Gandolfi della Corale Verdi.

O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


mercoledì 31 ottobre 2012

La settimana dei defunti -2-

PAGANINI NON RIPETE (MA LA SUA TOMBA SÌ)
Mentre le tombe dei parmigiani defunti sono oggetto in questi giorni di attente cure, omaggi floreali e visite, la tomba - memoriale del grande Niccolò Paganini, che legò il suo nome indissolubilmente alla nostra città, è invece tristemente recintata, per restauri - I lavori vanno a rilento e in tempi di crisi è comprensibile, ma la cosa non comprensibile è che il memoriale fu perfettamente restaurato nel 2006... - Poi si è scoperto che ci pioveva dentro... - Così il vecchio detto "Paganini non ripete" è stato sconfessato dalla sua tomba
La tomba - memoriale di Niccolò Paganini (foto di Steve Mezzadri). Nei riquadri: il busto del violinista e il monumento un anno fa, coperto da un telo di plastica
di ACHILLE MEZZADRI
Quando vado alla Villetta, nell'itinerario dei ricordi, oltre alle tombe dei miei parenti non manco mai di fare una visita a Paola Borboni, a Padre Lino, al generale Dalla Chiesa, a Ildebrando Pizzetti, a Niccolò Paganini. Insomma... alle "glorie" parmigiane. E mi aveva molto colpito la storia di quel violinista di Praga che nel 1982, in occasione del Bicentenario della nascita del musicista, venne a suonare il violino davanti alla sua tomba.
Il violinista praghese davanti alla tomba di Paganini (foto di Giovanni Ferraguti)
Così come ero contento che il memoriale fosse stato "perfettamente" restaurato (sto per spiegare il perché delle virgolette) nel 2006. Poi, l'anno scorso, di questi tempi, la sorpresa. Quando mi recai lì con mia moglie scoprii che il memoriale era stato ricoperto da un telo di plastica. Che ci piovesse dentro? Sì. Ma i restauri "perfetti"? Mah. Era il 29 ottobre 2011. Mi dissi: che peccato, per il giorno dei defunti chi passerà di qui, vedrà questo spettacolo...". Però, inguaribile ottimista, pensai anche: "Vabbè, per quest'anno è andata. Quando tornerò, l'anno prossimo, sarà tutto a posto". Sono tornato. E la tomba - memoriale era "sparita". Completamente "ingabbiata". Restauri in corso. Quando finiranno? Quando ci saranno i soldi. Nuova domanda: quando ci saranno i soldi? Mah. Cercheremo di saperlo e vi terremo aggiornati, giuro, nei prossimi giorni.
Il documento sui restauri del 2006
Intanto resta un'amara riflessione: il vecchio detto "Paganini non ripete" è stato sconfessato dalla  tomba - memoriale del violinista. Paganini non concedeva bis, i restauri della sua tomba sì. Per concludere: a qualcuno resta il dubbio che la tomba sia stata realmente restaurata nel 2006? Il dubbio ve lo tolgo subito: potete leggere il documento a firma della dottoressa Elisa Adorni. Leggendolo, ripercorrerete la vicenda artistica e umana di Paganini e vi renderete conto "de visu" dei restauri "perfetti" fatti allora. "Perfetti" prima che piovesse, ovviamente... (a.m.)
LEGGETE IL DOCUMENTO DEL 2006

Nessun commento: