/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

giovedì 25 ottobre 2012

La scomparsa del vigile Alessandro Boschi

CIAO BOSCHI,
CONTINUA A CORRERE
ANCHE LASSÙ
Alessandro Boschi














Aveva 88 anni - Ex partigiano, fu uno dei primi vigili motociclisti di Parma - Appassionato di podismo, partecipò a numerose maratone - Il bel ricordo di Lorenzo Sartorio sulla "Gazzetta di Parma"
di ACHILLE MEZZADRI
L'avevo conosciuto, Alessandro Boschi. E ci avevo anche "corso" insieme. "Corso" si fa per dire, perché accadde tanti anni fa, nel 1975, a una marcia, il Giro del Sebino (il lago d'Iseo). Sessantasei chilometri da compiere in stile di marcia. Io mi piccavo di essere anche un marciatore, allora, e arrivai centesimo (su 2500 partecipanti), lui arrivò dopo. Ma non era la sua specialità. Io però ero fiero di aver partecipato a quella marcia facendo parte del gruppo dei Vigili Urbani di Parma. Lì infatti c'era mio cugino, Paolo Avanzini, c'era Boschi, c'erano altri amici, che avevano voluto provare l'emozione della marcia. Ma loro erano maratoneti. E infatti Boschi e gli altri di soddisfazioni se ne sono prese. Boschi ha partecipato perfino a maratone a New York, a Londra, in Olanda. E ovviamente in Italia.
Alessandro Boschi nella foto dell'articolo della Gazzetta di Parma
Perché conoscevo Boschi? Perché prima di lasciare Parma per Milano, organizzavo il Trofeo delle sirene, torneo di calcio riservato a carabinieri, finanzieri, ambulanze, vigili del fuoco, insomma tutti gli enti e le organizzazioni dotati di sirena (Gazzetta a parte). Boschi era il mio referente dei Vigili Urbani. Persona squisita, era bello avere a che fare con lui. E lo rividi con grande piacere a Lovere alla partenza e all'arrivo del Giro del Sebino. Dal bel ricordo scritto da Lorenzo Sartorio sulla "Gazzetta di Parma" di oggi leggo che Boschi (padre dell'ex arbitro Alberto) oltretorrentino doc (via Bixio) durante la guerra civile aveva scelto la via delle montagne, dove guidò un distaccamento della XII Brigata Garibaldi, nella zona di Fragno. Grande cuore, grande onestà intellettuale. Ed ora mi dispiace un sacco che non ci sia più. I funerali si svolgeranno domani, venerdì, partendo alle 9 dall’Ospedale Franchini di Montecchio Emilia dove una pattuglia di vigili motociclisti scorterà il corteo funebre fino al cimitero della Villetta (entrata San Pellegrino). Qui alle 9.30, ad attendere la salma di Boschi, ci sarà un drappello d’onore dei Vigili urbani e una rappresentanza dell’Anpi.

Nessun commento: