/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

lunedì 8 ottobre 2012

Gioberto Nardi (Gibe) nel ricordo del figlio

“UN VERO ARTISTA
CON L’ANIMO
DA GIRAMONDO”
“Amava la vita e gli piaceva il senso dell’avventura”, ricorda il secondogenito Sandro “a diciott’anni andò nei Paesi nordici in autostop” - “Fece una breve esperienza in Marina, seguendo le orme di mio nonno Anfio“ - “Lo resi felice quando gli regalai una copia del film “La grande speranza”, girato nel porto di La Spezia, dove suo padre aveva avuto una particina” - “Ai tempi della Barilla ricordo che la sera si rifugiava sempre nel suo studio a dipingere” - “Non aveva dimenticato La Spezia, la città dove era nato e cresciuto, ma aveva poi scelto Parma per viverci e ci si trovava benissimo, aveva molti amici”
di ACHILLE MEZZADRI
Gioberto Nardi (Gibe)
È legittimo chiedersi: perché Pramzanblog dedica un secondo articolo a Gioberto Nardi, il popolare Gibe delle illustrazioni del Lunario Parmigiano, scomparso sabato sera? La risposta è semplice: perché molti amici miei erano amici suoi e di loro mi fido quando me lo descrivono come un brav’uomo, un artista, un buon padre, uno spezzino che ha saputo diventare anche un vero parmigiano. Insomma uno di noi e sono sicuro che se avessi avuto la fortuna di conoscerlo saremmo diventati amici. Ecco perché merita, a mio parere, un secondo articolo, per integrare quello che ho già scritto ieri, per farlo conoscere a chi non lo conosceva con più notizie e con più foto che lo ritraggono nei momenti più felici della sua vita. 
Sandro Nardi
Ecco perché proprio oggi, da amico, voglio fargli un regalo. E qui, su Pramzanblog, allego perfino il film La grande speranza, del 1954, con Folco Lulli dove suo padre Anfio, recitava in una piccola parte. Era molto fiero di quel film, Gibe... Allora oggi ho voluto farmi raccontare Gibe da uno dei suoi due figli, il più giovane, Sandro, 40 anni, documentarista. “Un papà invidiabile”, mi dice “e la coincidenza con la sua scomparsa non c’entra niente. Da invidiare proprio i figli che hanno un padre così. Un uomo con.....
LEGGETE L'ARTICOLO COMPLETO 
QUI SOTTO IL FILM DOVE RECITAVA IL PADRE DI GIBE

Nessun commento: