/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

lunedì 10 settembre 2012

Quattro giorni al recital di Jessica Pratt

"PIENONE" IN VISTA
PER IL RECITAL
DEL SOPRANO
AUSTRALIANO
Si avvicina il "tutto esaurito" all'Auditorium del Carmine per l'attesissimo recital della Pratt con arie di Rossini, Bellini e Donizetti  - Ancora qualche biglietto da Azzali Editori (20 euro)
Jessica Pratt ritratta da Roberto Recanatesi
Come previsto. Gli acquisti e le prenotazioni per il recital di Jessica Pratt di venerdì prossimo 14 settembre all'Auditorium del Carmine procedono molto speditamente ed ormai parlare di possibile "tutto esaurito" non è più una previsione, ma piuttosto una quasi sicurezza. Del resto il programma che sarà presentato dal giovane soprano australiano, "in combutta" con la "mente" di questi straordinari eventi, Paolo Zoppi, presidente degli Amici della Lirica del Cral Cariparma, è quanto mai allettante e quindi difficile da ignorare. Niente Verdi, almeno per una sera, visto che la Pratt è una "specialista" del repertorio rossiniano -  belliniano - donizettiano.
La locandina del recital della Pratt
Ma chi vorrà vedere la Pratt in versione verdiana avrà comunque la possibilità di essere soddisfatto perché il soprano d'Australia residente a Como sarà Gilda in Rigoletto nell'imminente Festival Verdi. Come abbiamo già detto, ma è sempre importante ricordarlo, il recital è benefico: l'intero incasso andrà, come già quello del concerto di luglio alla Pergola della Corale Verdi, al Comune di Novi, in provincia di Modena, uno dei più colpiti nel terremoto che ha devastato parte dell'Emilia. Qualcuno si domanderà: mancano solo quattro giorni, faccio ancora in tempo ad assistere al concerto? Risposta: i posti liberi sono sempre meno, però la speranza è l'ultima a morire... Qualche biglietto lo trovate ancora presso Azzali Editori (via Carducci 22, tel. 0521 232929).  Oppure potete cercare di prenotare telefonando al 338 8741800. In questo caso potrete acquistare all'ingresso il biglietto che vi è stato riservato.

Nessun commento: