O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


venerdì 21 settembre 2012

Il Bicenteneraio Verdiano è già cominciato...

LO SPIRITO VERDIANO
NEI QUADRI DI RAINIERI
Vittorio Rainieri
È stata inaugurata al Museo nazionale Giuseppe Verdi di Busseto una straordinaria mostra di quadri di Vittorio Rainieri, che è la trasposizione in chiave pittorica delle ventisette opere del Cigno di Busseto - La mostra affianca ai quadri pagine verdiane e la degustazione di prodotti tipici delle terre verdiane - "Quella di Busseto è un'anteprima", dice Rainieri "la mostra è destinata a varcare i confini nazionali"

Gran bella idea, quella del pittore di Fontanelle Vittorio Rainieri. Infilarsi dritto dritto nelle mille e più mille prossime celebrazioni del Bicentenario Verdiano con una mostra di quadri che, aperta il 12 settembre al Museo Nazionale Giuseppe Verdi di Busseto (madrina dell'evento Anna Poletti Zanella) dove chiuderà i battenti il 31 dicembre, è destinata a varcare i confini nazionali. "Per esempio", dice Rainieri " approderà a Montecarlo e a Monaco di Baviera, ma anche in altre importanti città europee (e molto probabilmente a Roma)". Quale la peculiarità di questa mostra? Che Rainieri ha tradotto in opere pittoriche le 27 opere liriche di Verdi, e già questa è una "chicca", che fa avvicinare, con le dovute proporzioni,  questa sua personale "collezione" con l'opera scultorea che riuniva le 27 opere di Verdi nel celebre monumento a Verdi che faceva bella mostra di sé in piazzale della Stazione fino ai bombardamenti del '44. Già questa, quindi, è una bella idea. Ma Rainieri ha fatto di più. Ha voluto trasfondere nella sua mostra tutto lo "spirito verdiano", facendo accompagnare ai suoi quadri verdiani anche le musiche di Verdi ("che saranno riproposte di volta", dice il pittore "da artisti ben conosciuti, come Paola Sanguinetti, Franco Federici, Stefania Maiardi"), ma perfino la degustazione di alcuni prodotti tipici delle Terre Verdiane. Confermiamo: gran bella idea, che merita ampio risalto e che porterà Verdi (non sola ma con merito) in giro per l'Europa. Già sulle reti Mediaset gira lo spot, che riproponiamo qui. La mostra, l'avete capito, merita una visita. La mostra resterà aperta tutti i giorni (esclusi il 24 e il 25 dicembre) al Museo Verdi di Busseto fino al 31 dicembre: apertura dalle 10 alle 18,30 fino al 31 ottobre e poi, fino alla fine dell'anno, con chiusura quotidiana alle 17,30.
LO SPOT TELEVISIVO

Nessun commento: