O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


giovedì 27 settembre 2012

Domenica 30 festa a Ozzano Taro

SFIDA ALL'E-BOOK
CON “IL SOLE E LA NEVE”
DI ALFIERI E ROBUSTI
Domenica prossima al Museo Guatelli di Ozzano sarà presentato il libro "in 146 coriandoli" di Luigi Alfieri e Enrico Robusti, una rivisitazione degli anni Sessanta con microstorie e illustrazioni - Presentazione controcorrente, con festa sull'aia a base di torta fritta, lambrusco, salame e la fisarmonica di Corrado Medioli - Paolo Briganti parlerà del libro con gli autori e l'editore
di ACHILLE MEZZADRI
Luigi Alfieri e Enrico Robusti
Dopo Dune, balene e microchip, uscito l’anno scorso, nessuno avrebbe osato immaginare che Luigi Alfieri, l’autore, si sarebbe fermato lì. Ed infatti, dopo aver raccontato i suoi viaggi in giro per il mondo, ecco di nuovo Alfieri, uno dei due talentuosi redattori capo della Gazzetta di Parma, “in vetrina”, con Il sole e la neve, libro che ancor più che un libro è una sfida. Come recita lo stesso comunicato stampa di Fermoeditore, di Parma, nasce infatti come “una sfida all’e-book, un libro oggetto, palpabile e reale che si contrappone al libro virtuale, alla civiltà dell’algoritmo”. Io, che ammetto di aver ceduto al futuro, io che le mie ultime letture di libri di miei amici le ho fatte addirittura sull’IPhone, nemmeno su un tablet (L’uomo sbagliato di Erika Arosio, romanzo bellissimo e Giù al Sud, un quasi seguito di Terroni, bestseller di Pino Aprile) sono basito. E felice. Perché, nonostante le mie ultime errabonde “frequentazioni”, vedo che......
LEGGETE L'ARTICOLO COMPLETO

Nessun commento: