/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

sabato 18 agosto 2012

La scomparsa di Gigi Frigeri

NEL TEATRO DEL CIELO
PORTERÀ CON SÉ
“BORNISI”
DI RENZO PEZZANI
Gigi Frigeri (foto by Matteo Mezzadri)Il teatro dialettale parmigiano ha perso ieri sera, alle 21, un’altra delle sue figure indimenticabili, Luigi Frigeri, 77 anni, grande regista e attore della Compagnia della Famìja Pramzàna - Domani sera, alla chiesa Rosario nella chiesa di San Pancrazio, dove si sposò con Pia 58 anni fa - Il funerale avrà luogo nella stessa chiesa lunedì alle 14 - Frigeri, prima di morire ha manifestato il desiderio di avere con sé nella tomba uno dei libri più famosi del grande poeta parmigiano - Pramzanblog lo ricorda con le testimonianze di amici e colleghi che lo conoscevano bene: il nipote Claudio Cavazzini, Anna Maria Dall’Argine, Enrico Maletti, Ettorina Cacciani, Peppino Spaggiari, Giuseppe Mezzadri, Maurizio Trapelli (Al Dsèvod)
di ACHILLE MEZZADRI
I giovani parmigiani, a parte qualche eccezione, forse non sanno chi era, chi è stato, Luigi Frigeri, da tutti conosciuto come Gigi. Ma ora devono sapere, almeno adesso, che Parma ha perso un’altro dei suoi figli migliori, uno dei grandi campioni della parmigianità. Era un attore, un regista, un capocomico, una delle anime più schiette della Famìja pramzàna. Uno che aveva, come i Clerici, come Montacchini, come Lanfranchi, Parma nel cuore, e l’ha dimostrato per sessant’anni sui palcoscenici. Uno che ha “frequentato” tutti gli angoli più reconditi della parmigianità, del nostro dialetto, delle nostre radici. Uno che aveva una voce straordinaria, ricca di sfumature. Uno che, come gli attori più grandi, si poteva permettere il lusso di dimenticare battute scritte sul copione senza farsene accorgere dal pubblico. In quei momenti andava a ruota libera, sostituendosi agli autori, e tutto filava liscio... Uno che aveva il teatro, e il djalètt pramzàn ............
LEGGETE L'ARTICOLO COMPLETO
la notizia in dialetto su parma in dialetto

Nessun commento: