/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

venerdì 31 agosto 2012

Parma Vintage -1-

INDIMENTICABILE
PAOLA BORBONI
LA PRIMA ATTRICE NUDA
IN PALCOSCENICO
La grande attrice parmigiana, scomparsa il 9 aprile 1995 a 95 anni, fu la prima ad apparire a seno nudo, nel 1925, nella commedia "Alga marina" di Carlo Veneziani, sollevando un enorme scandalo - Riproponiamo una famosa intervista televisiva che le fece nel 1979 Luciano Salce, nella quale la Borboni spiegò i retroscena di quella "scandalosa" interpretazione.

giovedì 30 agosto 2012

L'esame parmigiano -1-

OGGI
INTERROGAZIONE
DI SPORT
"L'esame parmigiano" comincia con dieci domande sportive tutte ovviamente in chiave pramzàna - Si parla di vela, di rugby, di sci e di tanto altro - Riuscirete a fare l'en plein?
Bruno Mora
Qui vi anticipiamo una delle dieci domande: "In quale squadra cittadina cominciò la sua carriera di calciatore Bruno Mora?". Facile? Be', non è finita: provate a cimentarvi con le altre nove... Chissà, magari riuscite a fare l'en plein, dieci su dieci. Le risposte esatte dell'interrogazione di Sport le troverete sabato prossimo 1° settembre nell'interrogazione di Storia. Buon esame a tutti.
L'ESAME PARMIGIANO - SPORT

mercoledì 29 agosto 2012

Giovedì colti alla Pinacoteca Stuard

CLICCARE PER INGRANDIRE

Una nuova rubrica: "L'esame parmigiano"

SAPETE DAVVERO TUTTO
DELLA VOSTRA CITTÀ?
DA DOMANI
VI METTIAMO ALLA PROVA
Qual è il vostro grado di preparazione su Parma? Credete di non avere lacune in nessun campo? Potete verificare su Pramzanblog, perché ogni due giorni vi sottoporremo all'Esame Parmigiano, che comprende interrogazioni in numerose materie, per esempio Storia, Geografia, Letteratura, Dialetto, Tradizione, Colore locale, Musica, Sport...
E da domani, interrogazioni... Ogni due giorni. Parte infatti una nuova rubrica, "L'esame parmigiano", con la quale metteremo alla prova tutta la vostra cultura parmigiana. Ogni volta una materia differente. Domani cominceremo con l'interrogazione sullo Sport, poi procederemo con domande, via via, sulla Storia, sull'Arte, sul Giornalismo, sul Colore Locale, sul Dialetto, sulla Musica... Ci sono domande da vero "esame di Stato", ma anche domande molto facili per chi è già dotato di una buona "cultura parmigiana". Non si tratta di un quiz e non si vince niente, ma è una buona occasione per "ripassare" tante cose di Parma e provincia che conosciamo già, oppure per scoprirne di nuove. Per ogni interrogazione ci sono dieci domande, le risposte giuste vengono svelate nell'interrogazione seguente. Anche per questo motivo vi invitiamo a stampare ogni puntata e a conservarla. Alla fine vi troverete tra le mani una preziosa raccolta di "pillole di sapere pramzàn". A tutti, buone interrogazioni...

martedì 28 agosto 2012

Parma d'estate -4

AL PARCO DUCALE
VOGLIA DI CAPOEIRA
Girovagando nella città Luca Invernizzi coglie, con immagini e considerazioni, l'aspetto estivo di Parma, con i suoi colori e profumi - Ecco la quarta puntata con l'obiettivo puntato sul Parco Ducale dove spira aria "do Brazil" con la Capoeira
LEGGETE LA RUBRICA "PARMA D'ESTATE" - IN ALTO LA GALLERIA DI FOTO

sabato 25 agosto 2012

Cór crozè - L'opinione di Michelotti dopo Juventus - Parma 2-0

EMMA MERITÈ 'D PERDOR
PERÒ AL SECÓND GOLL AN GH'ÉRA MIGA...
JUVENTUS - PARMA 2 - 0 Adésa a gh'é pu arbitro che zugadór, mo i fàn 'na gran confusjón. Aj me témp gh'éra sól 'n'arbitro e i guardalinee e l'andäva méj. No, al second goll an gh'éra miga, Mirante l'äva parè. Pasjénsa, l'é andäda mäl.
Giusta la sconfitta, Albertone?
Be', insomma, èmma meritè 'd pèrdor. Oh, ragas, èmma zughè cóntra la Juve, miga cóntra il Roccacannuccia. Però coll secónd goll 'd Pirlo an gh'era miga... Pensa che in-t-al primm témp èmma zughè bén, si poteva sperare in un risultato utile. E dopa i du goll 'dla Juve èmma anca zbaljè socuant ocazjón. Agh sarìss da mazär Valdés e Lucaréli... La podäva andär méj. Però coll Pärma chì m'é piazù. Mi ispira fiducia.
Che voto dai a Mirante?
Grandissimo nel primo tempo, cuand l'à parè al rigór 'd Vidal. E po l'äva parè anca la punisjón 'd Pirlo... Dagh un ot.
E ai difensori?
A Zaccardo dagh un séz meno meno: molto impreciso, abbastanza falloso. A Palètta? Séz meno meno anca a lu. A Lucaréli invéci agh darìss un séz pulì. L'é stè al pu bón 'dla diféza.
E adesso parlami del centrocampo.
Dónca: Parolo, l'é bón bombén, però l'à zughè do partidi: dagh un sètt pr'al primm témp e sincov pr'al secónd. Ad Acquah dagh un sètt , però po l'é stè sostituì. Valdés è giudicabile per tre quarti di partita, gli darei un sei e mezzo. Però l'andrìss impiché pr'al goll zbaljè... Il debutto di Rosi? Non pervenuto. Par mi al merita un sinch e méz.
L'attacco?
Pabón, séz, a corénta alternäda, e sinch e méz a Belfodil. Bene, invéci, Biabiany, pericoloz, decìs. Al mèrita un sètt. 
Il migliore del Parma?
Du zugadór: Mirante e Biabiany.
Il peggiore?
An m'é miga piazù Rosi.
Che voto dai a Donadoni?
È un fior d'allenatore. Sta lavorando bene, e pensa che ha in mano una squadra molto cambiata rispetto a quella dell'anno corso. E poi cuand a's ciapa du goll in cuator minùd, che colpa al gh'à l'alenadór? Dagh un séz e méz. 
mez
(Considerata l'ora... "senza rete", cioè senza la supervisione di Giuseppe Mezzadri delle parti dialettali)

L'Editorialino - Parliamoci chiaro

LO SPORT MODERNO

E LO SPREAD
Si può parlare di “spread” in campo sportivo? Sì se per spread si intende il confronto con due realtà - E allora a che quota siamo arrivati se raffrontiamo lo sport di oggi, nell’era degli sponsor, a quello di ieri? - Lo spread, per quanto riguarda i campioni, la corruzione, il doping, è da vertigine - Vediamone alcuni esempi

Lance Armstrong
di ACHILLE MEZZADRI
Da mesi ci riempiono la testa con questo spread. Ormai hanno capito più o meno che cos’è anche quelli dotati di meno sale in zucca. Lo spread, mettetelo bene in testa, ci hanno detto, è quel marchingegno che misura la nostra distanza dall’efficiente economia tedesca. Più scende e meglio stiamo, più sale e più siamo in braghe di tela e i nostri risparmi vanno a farsi fottere. E adesso mi domando: se lo spread è una specie di unità di misura che mette a confronto due realtà. È possibile usarla anche nello sport? Io dico di sì. Usiamolo allora, questo spread, per paragonare lo sport di ieri allo sport di oggi, i campioni di ieri a quelli di oggi, gli stimolanti di ieri al doping diffuso di oggi, la corruzione di ieri alla corruzione di oggi. Se generalizziamo e facciamo di tutta l’erba un fascio, decidendo per un valore unico, direi che lo spread dello sport moderno, rispetto a quelli di ieri, non è ............

LEGGETE L'EDITORIALINO

Gli speciali di Zoppi -3-

CRONACHE DA SALISBURGO
Per la serie "Gli speciali" il nostro Paolo Zoppi ci propone oggi le sue cronache dal Festival di Salisburgo, con le recensioni di due opere del cartellone, "Il flauto magico" di Mozart e "Carmen" di Bizet
Dopo averci presentato le sue cronache al Rossini Opera Festival, questa volta il nostro Paolo Zoppi ci ha portato in Austria per farci respirare la magica atmosfera dello storico e straordinario Festival di Salisburgo con un ricchissimo cartellone: 9 opere, 8 spettacoli teatrali, 10 concerti e tanto altro. Zoppi ci presenta tutte le maggiori attrazioni del Festival e ci offre le recensioni d due opere, "Il flauto magico" e "Carmen".
CRONACHE DA SALISBURGO

venerdì 24 agosto 2012

Il dolore di Tamara Baroni

"I NOSTRI DOLCI
NEFER E LUNA
SI SONO ADDORMENTATI 
PER SEMPRE
TRA LE NOSTRE BRACCIA"
L'ex attrice, che vive a Natal, in Brasile, con il marito Gianni ha dovuto prendere la triste decisione di far sottoporre a un'iniezione letale i suoi amatissimi husky siberiani, ammalati di leishmaniosi - "Oltre che  addolorati siamo inferociti con un veterinario, che ci aveva detto di averli vaccinati, invece non era vero" - "Si sono addormentati stretti a noi e hanno raggiunto altri nostri cani sepolti sotto un albero di mango"
Luna, a sinistra e Nefer, i due husky siberiani di Tamara Baroni
Addolorata e arrabbiata. Tamara Baroni, l'ex attrice famosa in Italia dagli anni Sessanta agli anni Ottanta, ha sofferto ieri, assieme al marito Gianni Garbellini (con il quale, assieme ai tre figli vive a Natal, in Brasile) a dover prendere la triste decisione di far sopprimere, con un'iniezione letale, i suoi amatissimi husky siberiani, Nefer e Luna, che si erano ammalati di calazar, il nome brasiliano della leishmaniosi, una malattia che si può trasmettere anche alle persone. "Già ci era successo otto anni fa di perdere alcuni nostri cani che erano stati colpiti da questa malattia. Ma ormai eravamo tranquilli perché il veterinario ci aveva detto che aveva sottoposto Nefer e Luna a vaccinazione contro il calazar. Invece non era vero. Ce ne siamo accorti quando Nefer e Luna hanno cominciato a stare male e nostra figlia Sara si è rivolta a un'altra veterinaria, che ha scoperto la verità. Purtroppo ormai la leishmaniosi era in stato avanzato e i nostri amatissimi cani avrebbero sofferto. Così con la morte nel cuore li abbiamo fatti addormentare per sempre e li abbiamo sepolti sotto un albero di mango, nel nostro giardino, dove già, si trovano gli altri nostri cani scomparsi otto anni fa, ricordati con una piccola lapide".

Cristina Castelli scampata a una sparatoria a New York

UN UOMO MI HA GRIDATO:
“SCAPPI, LÀ DIETRO
UNO STA SPARANDO”
HO FATTO LA CORSA
PIÙ DRAMMATICA
DELLA MIA VITA
















La parmigiana Cristina Castelli, direttore del reparto di farmacologia clinica alla Noven Pharmaceuticals, che ha sede all’Empire State Building di New York, stava recandosi in ufficio quando ha sentito degli spari, provenienti proprio dal punto dove si stava recando - In quel momento un passante l’ha informata di quello che stava succedendo - Nella sparatoria due morti (uno è lo sparatore, che ha mirato all’impazzata sulla folla) e una decina di feriti - “Per scappare”, ci ha detto la Castelli “ho fatto la corsa più drammatica della mia vita” - “Sono stata tra i primi ad avvertire la polizia” - “Tutta la zona è stata bloccata, quando sono riuscita a tornare a casa i miei bambini, Nicholas e Isabella mi hanno abbracciato forte”
di ACHILLE MEZZADRI
I collegamenti televisivi durante la sparatoria
Tutto è bene quel che finisce bene ed ora Cristina Castelli, figlia di Bruno (l’ex storico segretario di Baldassarre Molossi alla Gazzetta di Parma), a New York dal ’99, dove ora è direttore del reparto di farmacologia clinica alla Noven Pharmaceuticals (con sede all’Empire State Building) l’ha scampata bella. Alle 9,07 di stamattina (ora locale - le 15,07 in Italia) stava recandosi in ufficio quando, fortunatamente, è scampata a una sparatoria che si stava svolgendo proprio nei pressi dell’Empire. Un uomo, Jeffrey Johnson, 53 anni, bianco, senza precedenti penali, licenziato un anno fa dalla Hazan Import, che ha sede nei pressi dell’Empire State Building, si è recato nel suo vecchio posto di lavoro e ha fatto fuoco, uccidendo il suo ex capo e ferendo due donne e sette uomini. Secondo testimoni, il killer ha seguito il suo ex capo per strada nelle vicinanze del palazzo simbolo di Manhattan e gli ha sparato in faccia, davanti al Legend's bar, con tre spari a distanza ravvicinata, dopo una lite. Subito dopo ha iniziato a puntare .......

Juventus - Parma il giorno prima

MICHELOTTI: DMÀN
A VENSÈMMA
DU A VÓN
CONTRA COLL ROGANT
ÄD CONTE
Alberto Michelotti in una splendida foto di Edoardo Fornaciari ©Il nostro Miclòt, sempre in splendida forma, è pronto a lanciare i suoi "strali pramzàn" in occasione dell'inizio del nuovo campionato di serie A - Per l'anticipo di domani sera a Torino dice: "Vensèmma du a vón, a m' farìss piazér dabón parchè Conte e j Agnéli giovon j én di rogant. L'ò scritt anca su la Gazètta"
Pimpante, scatenato, velenoso, sempre molto pramzàn: Albertone Michelotti, Miclòt per gli amici, ha già cominciato a lanciare  suoi strali al veleno (mo ala pramzàna) in vista dell'anticipo della prima giornata di campionato di serie A, Juventus - Parma. "Mi a diriss ch'a vensèmma", dice "un bél du a vón. A m' farìss piazér dabón parchè Conte e j Agnéli giovon j én di rogant. L'ò anca scritt su la Gazètta... Mo co' vólon? Allucinante il loro comportamento. E questi giovani rampolli degli Agnelli evidentemente non hanno imparato lo stile Juventus di una volta, quello dell'Avvocato.... Andèmma mäl bombén. Dai, andèmma a Torén e a gh'la fèmma vèddor a chi rogant lì... Du a vón, confermo". "Alberto", chiediamo "che idea ti stai facendo di questo nuovo Parma senza Giovinco e Floccari?". "Be', la mancanza della Formica dovrebbe fasi sentire, ma ho fiducia nei tanti giovani che sono stati presi. E ho fiducia anche nei legionari...". "Come?". "Mo ät miga visst? A gh'èmma la legión straniéra in ca. In tutt al campionät a gh'é la  la legión straniéra". "Cosa mi dici di Pabón , la grande speranza colombiana del nostro attacco?". "È  molto attivo in area, è pericoloso, dobbiamo vedere come si inserirà nel campionato italiano". "E Ninis?". "Il greco? L'ho visto poco per ora, lo aspetto al varco". "Pensi che la società abbia fatto bene a riprendere Amauri?". "Ho qualche dubbio, ma ho fiducia nel giocatore, che è molto motivato. A Torino e a Firenze non ha fatto bene, ma qui al la sa ch'l'é benvolsù. L'amore del pubblico può dare la marcia in più". "E in generale?". "Stavolta an morìmma miga d' fama". "Come?" "A gh'èmma al Pàn bón, l'Acuah e al Paról par la polénta. Co' vót 'd pu?". "Questo Parma è destinato a salire in alto, come si dice?". "Ragas, iludèmmos miga. Primma fèmma di rizultät, po dopa a nin parlèmma".

giovedì 23 agosto 2012

Il Parma sotto le stelle

PARMIGIANI IN ESTASI
PER IL NUOVO PARMA
IN PIAZZALE DELLA PACE
FOTO E VIDEO SU STADIOTARDINI.COM

mercoledì 22 agosto 2012

Il 1° settembre Concerto Lirico a Salsomaggiore

CLICCARE PER INGRANDIRE

Gli speciali di Zoppi -2-

CRONACHE DA PESARO
Per la serie "Gli speciali" il nostro Paolo Zoppi ci propone le sue cronache dal Rossini Opera Festival di Pesaro, con le recensioni delle tre opere del cartellone, "Ciro in Babilonia", "Matilde di Shabran" e "Il signor Bruschino"
Com'è noto la rubrica "Su il sipario" è andata in ferie celebrando la tradizionale pausa estiva, ma non è andato in ferie il nostro critico musicale, Paolo Zoppi, che un po' per dovere e molto per piacere, è andato a godersi le tre opere in cartellone al Rossini Opera Festival di Pesaro: "Ciro in Babilonia", "Matilde di Shabran" e "Il signor Bruschino". Bene la prima, con Ewa Podleś, Michael Spyres e Jessica Pratt. Bene la seconda con Juan Diego Flórez, Olga Peretyatko, Paolo Bordogna e la direzione di Michele Mariotti. Meno bene la terza, con due collaudati interpreti, Roberto De Candia e Carlo Lepore, ma con una regia assolutamente discutibile.
CRONACHE DA PESARO

martedì 21 agosto 2012

Chiedi chi era... Alessandro Laurinsich


UN GRANDE MEDICO
CHE REGALÒ
A PARMA TANTE OPERE
IMPORTANTI:
MERITA UNA VIA 



Parma deve tanto al professor Alessandro Laurinsich che durante la sua permanenza nella nostra città, dal 1945 fino alla sua scomparsa, avvenuta nel 1969, fu l’instancabile promotore di iniziative preziose: fu tra i fondatori dell’Avis (di cui fu presidente per 18 anni), fondò il Centro Trasfusionale, promosse la scuola convitto delle infermiere che fu poi aperta alla Croce Rossa, aprì le colonie di Marina di Massa e di Misurina, fu direttore della clinica pediatrica, fondò il centro di cardio - reumatologia - Ora l’Avis sta operando affinché gli sia intitolata una via nella nostra città
Il professor Alessandro Laurinsich

Chiara Fontanesi vuole "emigrare"

CHIARA ALLA
GAZZETTA DELLO SPORT:
"VADO IN AMERICA
"La diciottenne parmigiana, neo campionesse mondiale di motocross, in un'intervista alla "rosea" ha confidato che in futuro conta di trasferirsi negli Usa
Felice per il fresco trionfo, prima donna italiana a fregiarsi del titolo iridato di motocross, ma anche con le idee ben chiare: Chiara Fontanesi, intervistata da Giovanni Cortinovis della Gazzetta dello sport (il servizio è pubblicato oggi, a pagina 39) ha dichiarato che in futuro intende trasferirsi negli Stati Uniti. Ed ha spiegato: "Negli Stati Uniti il motocross è importante come il calcio da noi". Nel corsp dell'intervista la neo campionessa iridata ha anche dedicato il suo titolo ai suoi genitori, al fratello, agli sponsor, alla sua migliore amica, martina, sl suo amico Michi e a Miche.e Rinaldi, il campione parmigiano che conquistò il mondiale di motocross nel 1984 nella classe 125.

lunedì 20 agosto 2012

Trionfo di Valla e D'Ambrosio a Vancouver (Washington)

DREAMING ALASKA
HA VINTO UN PREMIO
NEGLI STATI UNITI
Il film dei felinesi Emanuele Valla e Dario D'Ambrosio, costato non più di diecimila euro, ha vinto il premio Creatività Internazionale al Columbia Gorge International Film Festival di Vancouver, nello Stato di Washington
Da bambini sognavano l'Alaska, Emanuele Valla e Dario D'Ambrosio, amici d'infanzia a Felino. E il loro sogno era diventato un cortometraggio. E questo cortometraggio, tanti anni dopo, è diventato un film, Dreaming Alaska, appunto. E questo film, costato non più di diecimila euro, ora si permette il lusso di vincere premi cinematografici. No, non è più un sogno: Emanuele e Dario sono a Vancouver, nello Stato americano di Washington, dove con Dreaming Alaska hanno vinto il premio Creatività internazionale al Columbia Gorge International Film Festival. "Vittoria inaspettata, siamo eccitati, è stato meraviglioso, non ce l'aspettavamo. C'è tanta gente così importante qui a Vancouver, non potremo mai dimenticare questa straordinaria esperienza", hanno scritto su Facebook, inebriati dal successo. 
Emanuele Valla a Vancouver
Dario D'Ambrosio a Vancouver
D'Ambrosio e Valla con James Rodney Stolz

Zona franca: il ristorante Mas-cì a Clusone

UNA NUOVA RUBRICA:
ZONA FRANCA
Luoghi, fatti e personaggi che nulla hanno a che vedere con la parmigianità, ma che potrebbero piacere (o piacciono già) ai parmigiani - Cominciamo con la storia della famiglia Mas-cì, che a Clusone, la nota località della Val Seriana, è riuscita a far diventare il suo albergo, con annesso ristorante, un punto di riferimento per chi ama il gusto, la classe e la raffinatezza
di ACHILLE MEZZADRI
Possibile che si possano trovare atmosfere veneziane in montagna? Sì, per esempio a Clusone, in Val Seriana (provincia di Bergamo) dove certe  stradine strette che si arrampicano sull’altopiano assomigliano alle calli e ricordano i tempi andati, quando Clüsù si trovava nel territorio della Repubblica Veneziana. Non a caso sulla facciata del Palazzo Comunale, accanto allo storico Orologio Planetario Fanzago, spiccano ancora gli stemmi affrescati dei Podestà, tutti appartenenti a nobili famiglie veneziane, dai Loredan ai Contarini, ai Trevisan. Gran bella località, Clusone, che fin dal 1801 può fregiarsi del titolo di città. Ricca di palazzi antichi, di storia, ma anche di moderne boutique. Peccato per quei 648 metri di altitudine. Se fosse a quota1200, 1300, potrebbe rivaleggiare con Bormio, con Cortina... Ma i clusonesi non ne se crucciano più di tanto e vanno avanti per la loro strada, fieri del loro passato e comunque sempre proiettati verso il futuro. Come ci racconta per esempio la bella storia dei Mas-cì, famiglia “storica” del luogo che , superando i tempi bui e rimboccandosi le maniche, ha saputo affermarsi nella ristorazione, grazie ad Angelo Barzasi................

domenica 19 agosto 2012

I manifesti di Pramzanblog: Chiara Fontanesi

IL TRIONFO DI KIARA
(manifesto da stampare e conservare)

SOPRA LA GALLERIA FOTOGRAFICA DEL MONDO DI KIARA

sabato 18 agosto 2012

La scomparsa di Gigi Frigeri

NEL TEATRO DEL CIELO
PORTERÀ CON SÉ
“BORNISI”
DI RENZO PEZZANI
Gigi Frigeri (foto by Matteo Mezzadri)Il teatro dialettale parmigiano ha perso ieri sera, alle 21, un’altra delle sue figure indimenticabili, Luigi Frigeri, 77 anni, grande regista e attore della Compagnia della Famìja Pramzàna - Domani sera, alla chiesa Rosario nella chiesa di San Pancrazio, dove si sposò con Pia 58 anni fa - Il funerale avrà luogo nella stessa chiesa lunedì alle 14 - Frigeri, prima di morire ha manifestato il desiderio di avere con sé nella tomba uno dei libri più famosi del grande poeta parmigiano - Pramzanblog lo ricorda con le testimonianze di amici e colleghi che lo conoscevano bene: il nipote Claudio Cavazzini, Anna Maria Dall’Argine, Enrico Maletti, Ettorina Cacciani, Peppino Spaggiari, Giuseppe Mezzadri, Maurizio Trapelli (Al Dsèvod)
di ACHILLE MEZZADRI
I giovani parmigiani, a parte qualche eccezione, forse non sanno chi era, chi è stato, Luigi Frigeri, da tutti conosciuto come Gigi. Ma ora devono sapere, almeno adesso, che Parma ha perso un’altro dei suoi figli migliori, uno dei grandi campioni della parmigianità. Era un attore, un regista, un capocomico, una delle anime più schiette della Famìja pramzàna. Uno che aveva, come i Clerici, come Montacchini, come Lanfranchi, Parma nel cuore, e l’ha dimostrato per sessant’anni sui palcoscenici. Uno che ha “frequentato” tutti gli angoli più reconditi della parmigianità, del nostro dialetto, delle nostre radici. Uno che aveva una voce straordinaria, ricca di sfumature. Uno che, come gli attori più grandi, si poteva permettere il lusso di dimenticare battute scritte sul copione senza farsene accorgere dal pubblico. In quei momenti andava a ruota libera, sostituendosi agli autori, e tutto filava liscio... Uno che aveva il teatro, e il djalètt pramzàn ............
LEGGETE L'ARTICOLO COMPLETO
la notizia in dialetto su parma in dialetto

venerdì 17 agosto 2012

Parma d'estate -3-

A FERRAGOSTO
PARMA MIA
NON TI RICONOSCO
Girovagando nella città Luca Invernizzi coglie, con immagini e considerazioni, l'aspetto estivo di Parma, con i suoi colori e profumi - Ecco la terza puntata con l'obiettivo puntato sulla nostra città silenziosa, vuota e irriconoscibile a Ferragosto
LEGGETE LA RUBRICA "PARMA D'ESTATE" - IN ALTO LA GALLERIA DI FOTO

giovedì 16 agosto 2012

È in uscita il settimanale del “Corriere”

“SETTE” DEDICA COPERTINA
E QUATTRO PAGINE
AL “NOSTRO”
PROFESSOR RIZZOLATTI
La rivista del “Corriere della sera” celebra le scoperte scientifiche del professor Giacomo Rizzolatti, parmigiano d’adozione, dedicandogli la cover e un servizio da pagina 30 a pagina 33 a firma di Antonio D’Orrico, con foto di Marco Gualazzini, imperniato in particolare sulla scoperta dei neuroni specchio
di ACHILLE MEZZADRI
Ecco, parzialmente, le pagine 30 e 31  dell’intervista al professor Giacomo Rizzolatti realizzata da Antonio D’Orrico per il settimanale “Sette” del 17 agosto 2012. La foto del professore davanti al Battistero è di Marco Gualazzini per Luz Photo.
Il professor Giacomo Rizzolatti, emerito della nostra Università, già direttore del Dipartimento di Neuroscienze, questa settimana è superstar di Sette, il settimanale del Corriere della sera con data di copertina 17 agosto. Al celebre neurofisiologo nato a Kiev, ma ormai da moltissimi anni trapiantato a Parma, la rivista diretta da Pier Luigi Vercesi dedica infatti addirittura la copertina (in particolare sulla scoperta più importante del professore e del suo staff, quella dei mirror neurons, i .......

lunedì 13 agosto 2012

Istriomania celebra il “compleanno” del poeta

UN PO’ DI PARMA
A MARRADI
PER RICORDARE
DINO CAMPANA
Nel 127° anniversario della nascita di Campana, lunedì 20 agosto, il gruppo teatrale parmigiano Istriomania rappresenterà nel borgo del Mugello “La partenza e il ritorno: Dino Campana”, performance già presentata con successo al Parma Poesia Festival del 2011 - Spettacolo a due voci (il pramzàn-partenopeo Raffaele Rinaldi e la parmigianissima Paola Ferrari) con musiche di un altro pramzàn d’importazione, Vincenzo Falvo, pronipote dell’autore di “Dicitencello vuje”
di ACHILLE MEZZADRI
Raffaele Rinaldi, Paola Ferrari e Vincenzo Falvo durante lo spettacolo
Marradi è un borgo collinare del Mugello, terra di Toscana, al confine con l’Emilia Romagna. E ha dato i natali al poeta Dino Campana (I canti orfici), scomparso nel 1932 a 46 anni e ricordato anche per la sua struggente e travagliata storia d’amore con la scrittrice e poetessa Sibilla Aleramo (all’anagrafe Rina Faccio), celebrata anche dal film di Michele Placido Un viaggio chiamato amore. Non sarebbero motivi sufficienti per garantire accoglienza nelle pagine di Pramzanblog, palestra di cose parmigiane. Ma un legame, volendo, si può trovare, e questa volta è solido, perché un’associazione culturale, nonché compagnia teatrale, di Parma, Istriomania, fondata dal napoletano naturalizzato pramzàn Raffaele Rinaldi, si è innamorata della poesia di Campana, al punto di mettere in piedi una performance che si intitola La partenza e il ritorno: Dino Campana, che è già stata presentata con successo al ParmaPoesiaFestival del 2011 e che ora approda proprio a Marradi, dove sarà rappresentata il 20 agosto (127° anniversario della nascita del poeta) al Centro Studi Campaniani, nella Corte delle Domenicane. .............
LEGGETE L'ARTICOLO COMPLETO

lunedì 6 agosto 2012

Anche Parma al Musica Riva Festival

ENTUSIASMO
PER IL CORO TEBALDI
A RIVA DEL GARDA
Piazza III Novembre gremita di folla per il concerto
Il Coro Tebaldi durante il concerto
La formazione corale diretta dal maestro Sebastiano Rolli ha preso parte all'edizione 2012 dell'importante festival musicale sulle rive del Lago di Garda, nella "Nona sinfonia" di Beethoven eseguita dalla World Youth Orchestra diretta da Isaac Karabtchevsky
Il Coro Tebaldi in un altro momento del concerto
C'era anche Parma all'edizione di quest'anno del Musica Riva Festival, importate appuntamento musicale sulle rive del Lago di Garda. Nella prestigiosa e splendida cornice di piazza III Novembre a Riva del Garda i coristi parmigiani diretti dal maestro Sebastiano Rolli hanno preso parte a una pregevolissima esecuzione della "Nona sinfonia" di Beethoven, affidata alla World Youth Orchestra diretta magistralmente dal maestro Isaac Karabtchevsky. Piazza bellissima, ma in fondo fin troppo piccola pr ospitare un evento di tale importanza. Con il Coro Tebaldi si sono esibiti anche il soprano Eylem Demirhan Duru, il mezzosoprano Anna Tobella, il tenore Deniz Leone e il basso Evgeny Stavinsky. Pubblico entusiasta, che alla fine del concerto ha richiamato più volte sul palco tutti gli artisti. (Foto by Massimiliano Ortalli)
Grande successo per la "Nona" con il Coro Tebaldi

giovedì 2 agosto 2012

SPECIALE Olimpiadi -9-

GRANDI LE FIORETTISTE
A LONDRA!
TRIONFO CONTRO LA RUSSIA
Azzurre in trionfo