O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


giovedì 14 giugno 2012

Un documento da non perdere

SU RAISTORIA OGGI POMERIGGIO
ATTILIO BERTOLUCCI
TORNA NELLA SUA CITTÀ
Alle 18,18 il canale culturale della Rai ritrasmette un celebre documentario che Giuseppe Bertolucci girò nel 1990: "Il Correggio ritrovato - Attilio Bertolucci torna nella sua città", nel quale il grande poeta scomparso presentava il restauro del Correggio nella cupola di San Giovanni - Nel documentario immagini della stazione, del centro cittadino e degli affreschi - Il documento è conservato nella Cineteca di Bologna, della quale Giuseppe Bertolucci è stato anche presidente
Attilio Bertolucci e, nel riquadro, il figlio Giuseppe

Nessun commento: