/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

mercoledì 20 giugno 2012

Il presunto “accordo” di Juve - Parma nel 1997

GIORGIO GANDOLFI:
“IL PAREGGIO
ERA NELL’ARIA
MA SECONDO ME
NON È STATA
UNA COMBINE”




















Il noto giornalista, una delle firme più prestigiose della stampa sportiva italiana, fu responsabile dell’ufficio stampa del Parma fino al 1996, un anno prima dell’ormai famosa Parma - Juventus del 18 maggio 1997, che secondo le rivelazioni (dopo 15 anni) dell’ex centrocampista francese gialloblu, Daniel Bravo, sarebbe finita in pareggio (1 a 1) per un accordo tra le due squadre, avvenuto durante l’intervallo - Il Parma era secondo in classifica e, vincendo a Torino, avrebbe rischiato di non far vincere lo scudetto alla “Vecchia Signora” - Gandolfi era ormai fuori dalla società, era in tribuna e così ricorda quell’incontro: “Era evidente che alle due squadre andava bene il pareggio e così fu, ma escludo che il Parma abbia voluto regalare lo scudetto alla Juve” - “Perché Bravo ha parlato dopo 15 anni? Credo che sia stato poco “bravo”
L'articolo di oggi della Gazzetta dello sport sulla vicenda
di ACHILLE MEZZADRI
Tutti sanno a Parma, ma anche in tutta Italia, nell’ambiente sportivo, chi è Giorgio Gandolfi, uno dei “padri” del baseball, ma anche grande conoscitore del calcio, inviato in tutto il mondo per le partite dei Mondiali, delle Olimpiadi, e delle Coppe. Un giornalista serio, preparato, che ha saputo intrufolarsi addentro le “segrete cose” del calcio. E che, quando è stato il momento di “tornare a casa”, è stato per anni, fino al 1996, il responsabile dell’ufficio stampa del Parma targato Tanzi. Il “Parmalat Football Club”, quello delle Coppe e della grandeur tanziana. Fino al 1996, dicevo, quando al Parma arrivò Uva. E Ancelotti. In un’intervista a Pramzanblog del dicembre 2008 Giorgio, al quale sono legato da sincera amicizia (e stima), mi disse: “L'atmosfera era molto cambiata.........

Nessun commento: