/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

venerdì 29 giugno 2012

Chiedi chi era: Ildebrando Pizzetti

IL PIÙ GRANDE COMPOSITORE PARMIGIANO
DOPO GIUSEPPE VERDI

Nato a Parma il 20 settembre 1880 e scomparso a Roma il 13 febbraio 1968, scrisse 14 opere liriche, tra le quali Fedra e La figlia di Iorio (su testi di Gabriele D’Annunzio) e “L’assassinio nella cattedrale”, la cui “prima” andò in scena alla Scala il 1° marzo 1958 - Il 2 luglio l’opera sarà rappresentata tra le navate del Duomo di Milano, diretta da Claudio Scimone, con l’Orchestra e il Coro della Veneranda Fabbrica del Duomo (che comprende molti elementi parmigiani) e il Coro delle Voci bianche della Corale Verdi, diretto da Beniamina Carretta - Pizzetti scrisse anche l’Inno a Parma, su testo di Renzo Pezzani
Ildebrando Pizzetti in un celebre ritratto di Emilio Sommariva
Sabato 2 luglio, alle 21, comincerà nel Duomo di Milano una serata da ricordare. Perché, e luogo più adatto non c’era, sarà rappresentata L’assassinio nella cattedrale, l’opera forse più famosa del compositore parmigiano Ildebrando Pizzetti (1880 - 1968), tratta dal dramma di Thomas Eliot, il cui tema è l’assassinio e il martirio dell’arcivescovo cattolico Thomas Becket, avvenuto nella cattedrale di Canterbury il 29 dicembre 1170. Grande musica dunque tra le navate della cattedrale meneghina, con un cast di prim’ordine: orchestra e coro della Veneranda Fabbrica del Duomo (con numerosi elementi parmigiani), diretta dal maestro Claudio Scimone, il basso veneto Roberto Scandiuzzi (protagonista principale), Miguel Angel Lobato, Carlos Natale, Gianluca Margheri, Matteo Ferrara, Cristiano Olivieri, Giuseppe Altomare, Noè Colin, Carlos Esquivel, Cellia Costea, Giuliana Castellani. E il Coro delle Voci Bianche della Corale Verdi diretto da Beniamina Carretta. Il tutto con la regia di Cecilia Ligorio.
Molta Parma dunque in questo grande spettacolo voluto dalla Fabbrica del Duomo e inserito nel ciclo “Vivi il Duomo” per finanziare il restauro della guglia maggiore e di alcune guglie minori. Molta Parma, a partire dall’autore dell’opera, appunto, Ildebrando Pizzetti, nome ovviamente ben conosciuto da tutti gli esperti di musica, forse un po’ meno dai .....

Nessun commento: