O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


lunedì 21 maggio 2012

Qui Parma: il giorno del ballottaggio

L'ORA DELLA VERITÀ
Alle 15 si chiudono le urne e qualche ora più tardi cominceremo a capire chi sarà il nuovo sindaco: Bernazzoli o Pizzarotti? Ecco l'aria che respira in queste ore nei due schieramenti
QUELLI DI BERNAZZOLI: "Siamo fiduciosi, il calo di affluenza alle urne non ci spaventa. Anzi. Abbiamo la sensazione che anche i più arrabbiati contro il sistema della politica, che accusano di essere responsabile del debito che è stato prodotto e che si riflette sulle tasse,  alla fine non se la sentono che la città faccia un salto nel buio, come ha scritto anche il direttore Molossi sulla Gazzetta".
QUELLI DI PIZZAROTTI: "Siamo fiduciosi, c'è grande attesa, sono arrivati a Parma tantissimi giornalisti. Ma siamo sereni. Il nostro candidato sindaco, Pizzarotti, oggi è andato a lavorare nella banca dove lavora come esperto informatico. Abbiamo fatto tutto quello che potevamo fare, anche con poche risorse economiche. E sappiamo che c'è gente che nel primo turino aveva votato Bernazzoli che ora è orientata su Pizzarotti"

Nessun commento: