O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


martedì 8 maggio 2012

Il nuovo evento degli Amici della lirica Cariparma

CINQUE OTTIMI MOTIVI
PER NON PERDERE
IL GRANDE CONCERTO
DI PRIMAVERA
ALL’AUDITORIUM
DEL CARMINE
Primo: perché il concerto, sottotitolato “Aspettando il Bicentenario”, regalerà al pubblico l’emozione di una serie di celebri arie e duetti verdiani - Secondo: perché il cast è di prim’ordine, con il basso Carlo Lepore, il soprano Anna Pirozzi e il baritono Federico Longhi, accompagnati al pianoforte dal maestro Simone Savina - Terzo: perché la finalità è benefica e con il prezzo del biglietto, 20 euro, si può dare una mano concreta alla Lilt, Lega italiana lotta ai tumori - Quarto: perché Paolo Zoppi, organizzatore e presentatore del concerto, sorprenderà il pubblico con vere e proprie “chicche verdiane” legate ai brani del programma - Quinto: perché l’Auditorium ha un’acustica straordinaria ed è uno dei luoghi di Parma dove si può gustare la musica al meglio
di ACHILLE MEZZADRI



Gli affezionati lettori di Pramzanblog, in particolare gli appassionati di musica e quindi gli assidui lettori di “Su il sipario”, fortunata rubrica del lunedì, sanno già che cosa accadrà martedì 15 maggio, alle 20,30 all’Auditorium del Carmine: inizierà il “Grande concerto lirico di primavera” organizzato da Paolo Zoppi a nome dell’Associazione Amici della lirica del Cral Cariparma, di cui è presidente. Che cosa diceva una pubblicità? “Galbani vuol dire fiducia”. Ecco, questo slogan si può abbinare anche al nostro amico Paolo: “Zoppi vuol dire fiducia”. Chi lo conosce sa bene con quale passione, ma soprattutto con quale competenza, dà vita alle sue creature, il premio “Dal labro il canto” e i concerti che ..........
(Nelle foto: 1) L'Auditorium del Carmine e il logo degli Amici della lirica; 2) Gli interpreti: Carlo Lepore, Anna Pirozzi e Federico Longhi)
LEGGETE L'ARTICOLO COMPLETO

Nessun commento: