O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


lunedì 21 maggio 2012

Il ballottaggio a Parma

ELVIO UBALDI
"ADESSO VOGLIO
DIVERTIRMI"
Elvio Ubaldi, due volte sindaco e presidente uscente del consiglio comunale, nonché "grande sconfitto" al primo turno di queste amministrative, non vuole dare giudizi sull'esito del voto di oggi, ma ha ugualmente rilasciato a Pramzanblog una brevissima dichiarazione: "Non dò giudizi, anche se io un mio giudizio personale ce l'ho. Comunque adesso voglio divertirmi a vedere le cose come vanno nei prossimi giorni". Gli abbiamo fatto notare: "Da queste poche parole un giudizio, comunque, in un certo senso viene fuori...". E lui: "Sì, sì, sì". E ha ribadito: "Mi voglio proprio divertire",
(Nella foto, di Steve Mezzadri: Elvio Ubaldi)

1 commento:

Anonimo ha detto...

intanto ci siamo liberati dalla casta e ci divertiamo noi...