O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


giovedì 2 febbraio 2012

Lettera aperta a Hernan Crespo

A T’ SARÈ SÉMPOR
VÓN DI NOSTOR

Caro Hernan, purtroppo non ci conosciamo personalmente ma oggi, nel giorno in cui, tra le lacrime, hai annunciato che la tua carriera professionistica finisce qui ho avuto la prova (ma non ce n’era bisogno) di quanto tu sia legato alla maglia crociata (ma anche gialloblu) e a Parma. Mi è venuta in mente una frase che mi disse un giorno, parlando di te, Alberto Michelotti: ”Achille, còll lì l’é vón nostor”. Sì, uno dei nostri, caro Hernan, più pramzàn di tanti pramzàn. Ho visto e ascoltato, e ne pubblico una parte grazie al superattivismo di Gabriele Majo, direttore di Stadiotardini.com, le tue dichiarazioni di oggi e posso dire che ti fanno onore. “Mi metto da parte perché non voglio essere un peso”, hai detto “anche se.........
IL VIDEO DI STADIOTARDINI.COM CON LE LACRIME DI HERNAN

Nessun commento: