O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


martedì 17 gennaio 2012

Uno strajè speciale: Alessandro Bianchi (Lesc)

RIDENDO E SCHERZANDO
DIFFONDO LA PARMIGIANITÀ
Pramzanblog intervista Alessandro Bianchi, nato a Parma nel 1969, residente a Genova dal 1992, che si è fatto largo nel mondo dello spettacolo a suon di risate - La sua ascesa è cominciata quando è entrato a far parte dello storico gruppo dei Cavalli marci - Assieme a Michelangelo Pulci ha dato vita al duo Michi e Lesc, poi diventato Bianchi e Pulci e poi tornato Michi e Lesc, ma all’interno del marchio Visionauta - “Per parte materna discendo da una famiglia di artisti, i Barilli: nonno Aristide, bisnonno Latino, trisnonno Cecrope” - “Ormai sono trapiantato a Genova, ma sono rimasto parmigiano al 95 per cento e torno sempre volentieri a Parma per trovare mia mamma e i miei fratelli” - “Sono molto legato alle mie radici e mi piace trasferire il gusto della parmigianità a chi mi sta vicino” - “Con Michelangelo Pulci ho preparato tredici puntate di comiche, “Comedy Stickers”, che hanno l’ambizione di fare il giro del mondo”









di ACHILLE MEZZADRI
Vive a Genova dal 1992, ma è rimasto parmigiano, parole sue, al 95 per cento. Con caparbietà. Al punto che, a modo suo, cerca perfino di “parmigianizzare” chi gli sta vicino. È uno strajè molto particolare Alessandro Bianchi, classe 1969 (43 anni compiuti il 10 gennaio) uno strajè che ha lasciato Parma - tenendosi però sempre in valigia le sue radici - per andare in giro per l’Italia a far ridere la gente. Professione comico, sì, artista a tempo pieno e questo sembra perfino naturale per uno come lui che ha una mamma pittrice, Giannina e discende da una famiglia di artisti: dal ramo materno ha avuto il pittore e giornalista Aristide come nonno, il pittore Latino come bisnonno e il pittore Cecrope come trisnonno. Il cognome di questi artisti? Be’, è facile: Barilli. Ebbene, con cotanta ascendenza, Alessandro non ha scelto.......... 
(Nelle foto: 1) Alessandro Bianchi - Lesc; Alessandro Bianchi e Michelangelo Pulci (Michi e Lesc) 
LEGGETE L'INTERVISTA COMPLETA

Nessun commento: