Canzone natalizia del dicembre 2011 dedicata a tutti i parmigiani. Testo e musica di Achille Mezzadri, arrangiamento di Roberto Barrali, Coro delle Voci Bianche della Corale Verdi diretto da Beniamina Carretta. Produzione dell'allora (poi defunto) "Superblog pramzàn" (Pramzanblog di Achille Mezzadri, Parmaindialetto di Enrico Maletti e Stadiotardini.com di Gabriele Majo). Con: Vittorio Adorni, Luciano Armani, Monica Bertini, Mauro Biondini, Alberta Brianti, Robi Bonardi, Paolo Bucci, Giancarlo Ceci, Carlo Chiesa, Claudia Corbani, Zaira Dalla Rosa Prati, Tonino Fereoli, Armando Gabba, Gino e Dino, Gabriele Majo, Enrico Maletti, Corrado Marvasi, Achille Mezzadri, Alberto Michelotti, Edda Ollari, Maria Francesca Piedimonte, Victor Poletti, Francesca Strozzi, Paola Sanguinetti, Lorenzo Sartorio, Maurizio Trapelli (Al Dsèvod, secondo la grafia della Famìja Pramzàna), Daniele Villani, Paolo Zoppi. Riprese di Steve Mezzadri e Pietro Maletti. Montaggio di Steve Mezzadri. Sigle di Pietro Maletti. Realizzazione del video nella Sala Gandolfi della Corale Verdi.

O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


mercoledì 25 gennaio 2012

Uno scoop di “Chi” alla vigilia di “Aida”

LA FIGLIA SEGRETA DI VERDI
Il noto settimanale diretto da Alfonso Signorini ha pubblicato nel suo numero ora in edicola un servizio nel quale il direttore d’orchestra Simone Fermani, proprio mentre sta per cominciare la Stagione lirica del Teatro Regio con la verdiana “Aida”, afferma che una sua bisnonna, Luigia Fiandrini, nata verso la fine del 1851, fu una figlia nata dalla relazione di Verdi con Giuseppina Strepponi, che avrebbe poi sposato otto anni dopo - “La bambina nacque a Ferrara”, ha dichiarato il maestro Fermani al settimanale “e fu abbandonata in un istituto” - “ Fu chiamata Luigia, come la mamma di Verdi che era morta quattro mesi prima” - “Ricordo bene quando mia nonna Dirce diceva in famiglia di essere la figlia della figlia segreta di Verdi” - “Non ho le prove assolute, ma molti documenti provano come mia nonna dicesse il vero”
di ACHILLE MEZZADRI
Lo scoop, a firma Renzo Allegri, giornalista e scrittore veronese trapiantato da molti anni sulle colline salsesi, è sul settimanale Chi appena uscito in edicola. Proprio adesso che sta per cominciare, a Parma, la stagione lirica 2012 del Teatro Regio, con Aida di Giuseppe Verdi. Perché lo scoop riguarda Verdi, sì, il genio delle Roncole. Un direttore d’orchestra, Simone Fermani, 57 anni, residente a Milano, diploma in composizione al conservatorio di Perugia, e in direzione d’orchestra al conservatorio di Santa Cecilia, specializzazione con Franco Ferrara, Herbert von Karajan e Peter Maag, afferma in una clamorosa intervista di essere un erede di Verdi. Secondo quanto ha dichiarato a Chi.............
LEGGETE IL SERVIZIO COMPLETO

Nessun commento: