O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


lunedì 30 gennaio 2012

Gli echi della prima di "Aida" al Regio

BALLETTO  O RECITA
SCOLASTICA?
I giudizi a caldo sulla "prima" di Aida di venerdì scorso al Teatro Regio hanno abbastanza trascurato, forse non a caso, le parti di ballo - Qui proponiamo la registrazione, assolutamente amatoriale, del balletto che segue la Marcia Trionfale - Qualcuno ha detto: "imbarazzante" - Noi non aggiungiamo altro: giudicate voi (E non abbiamo registrato il secondo balletto...)

1 commento:

Aureliana Maggio ha detto...

Credo che sia stata ancora peggiore la "Danza dei piccoli schiavi mori", completamente senza senso e anche un po' ridicola (nella generale giovani molti ridevano e prendevano in giro i ballerini, che in fondo non hanno colpa delle scelte coreografiche). Il balletto del "trionfo" sembrava richiamare scene da Robinson Crusoe....e anche qui mi sono chiesta quale fosse il nesso con l'opera.
Peccato!