O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


martedì 6 dicembre 2011

La prima rassegna nazionale di maschere

IL PIÙ GRANDE SPETTACOLO
DURANTE UN WEEKEND
(DI MAGGIO)
È da poco in rete il sito del comitato promotore della straordinaria manifestazione che avrà luogo sabato 19 e domenica 20 maggio a Parma - L’evento, che farà riunire nella nostra città le più famose maschere italiane, da Arlecchino a Pulcinella, da Colombina a Gianduia, è la realizzazione di un sogno di Maurizio Trapelli, il nostro “Dsèvod”, ora presidente del comitato - A ogni maschera saranno abbinati degli stand che offriranno prodotti della eno - gastronomia tipica del proprio luogo d’origine
di ACHILLE MEZZADRI
Ma ci pensate? Stenterello e il Dottor Balanzone, Gianduia e Pulcinella, la Famiglia Pavironica e Arlecchino e tante altre maschere italiane, a passeggio per Parma.... E, attenzione, fuori dal Carnevale, perché il loro raduno non avrà una finalità carnascialesca, bensì quella di attirare l’attenzione nazionale sulla storia di queste maschere e sulle  tradizioni dei territori di cui sono espressione. Non a caso l’evento, perché di vero evento si tratterà, si intitola “Prima Rassegna Nazionale di Maschere Allegoriche”, per dare l’idea che si tratta di un’operazione socio-culturale, seppure con chiari connotati di spettacolarità. Parte tutto da Maurizio Trapelli, il nostro Dsèvod, maschera della Famìja Pramzàna e di tutta la città.  Il quale Trapelli, una mattina si svegliò
..............
(Nelle foto: 1) Al Dsèvod (Maurizio Trapelli), 2) L'homepage del sito del Comitato promotore dell'evento)
LEGGETE L'ARTICOLO COMPLETO

Nessun commento: