O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


giovedì 1 dicembre 2011

Il lancio del romanzo - film

VICTOR POLETTI PROVA
A VOLARE
CON IL SUO “ANGELO BLU”
L’attore parmigian - felliniano com’è noto fa il suo debutto letterario con “Un angelo blu - Il film che non ho mai girato”, romanzo d’esordio che deriva dalla sceneggiatura di un film - La prima presentazione del libro avverrà a Parma (Caffè Garibaldi, in piazza Garibaldi, alle 18 dell'8 dicembre) a cura di Roby Bonardi - “Sarà una presentazione un po’ particolare, durante la quale io leggerò alcuni brani del libro, ma ci saranno anche molte sorprese” - “Punto molto su questa mia prima fatica letteraria, anche perché non ho mai rinunciato all’idea del film, con il quale vorrei debuttare nella regia” - “Sono già in corso dei contatti con alcune case di produzione” - “Chi leggerà il romanzo e si identificherà in qualche personaggio, potrà proporsi per interpretarlo” - “Se si farà, sarà un film con molte presenze pamigiane”
di ACHILLE MEZZADRI
Pronti, partenza, via. Sta per nascere il Victor Poletti romanziere. Sì il Victor attore felliniano (ma non solo), il Victor cantante, il Victor talento parmigiano che dopo una onorevole ma faticosa militanza “gavettara” ha saputo, con grande orgoglio e bravura, ritagliarsi un posto nello star system. Uno che ha lavorato con Fellini, Comencini, Zsabo, Tessari, uno che ha lasciato il segno all’estero, uno che è stato fermato dal destino quando era all’apice del successo (una brutta malattia, risolta con un trapianto di staminali) ma che ha avuto “le pal-le” (scusate il termine, ma così si capisce meglio) per ricominciare e per “volare” ancora. Volare di nuovo verso..............
LEGGETE L'ARTICOLO COMPLETO

Nessun commento: