/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

martedì 25 ottobre 2011

L'Editorialino - Parliamoci chiaro

HO PERSO (ALMENO)
UN LETTORE
E VI SPIEGO PERCHÉ
Il 20 ottobre, giorno dell’uccisione di Muammar Gheddafi, su  Pramzanblog è uscita la notizia, con le prime immagini dell’ex dittatore della Libia morto - In serata un lettore, con il nick name di Popsylon, ha postato un commento:
“Bon, la tolgo dai preferiti” - Non chiudo Pramzanblog per questo, anzi non uscirò dalla strada intrapresa, ma
è giusto dare una spiegazione a tutti coloro che, quotidianamente, spesso o una volta tanto, vengono a dare un’occhiata a questo giornäl blòggh tutt pramzàn

Non so se il 20 ottobre, dando quasi in diretta la notizia dell’uccisione di Gheddafi, e le prime foto, Pramzanblog ha perso soltanto un lettore. Difficile quantificare. Uno però certamente sì. Posso garantirlo visto che è stato lo stesso lettore, con il nick name di Popsylon, a comunicarmelo, con questo commento: “Bon... la tolgo dai preferiti”. Dire che la cosa mi abbia provocato sgomento facendomi annegare in un mare di lacrime sarebbe una falsità, però la scelta del signor Popsylon merita comunque una riflessione e, soprattutto, una spiegazione. Io mi sono sempre riempito la bocca d’enfasi pramzàna annunciando urbi et orbi che Pramzanblog è un contenitore di parmigianità. Ovviamente ammetto che la cruenta fine del dittatore libico non ha niente a che vedere con Stopaj, don Orsi, l’angiolén dal Dòm, gli anolén o il Va pensiero. Quindi è anche sacrosanto che a un lettore passato di qui per ............
(Nella foto: Michelotti e Maletti, due campioni di parmigianità)
LEGGETE L'EDITORIALINO

1 commento:

Anonimo ha detto...

Stamattina sentivo un fischio nelle orecchie e dopo vari tentativi a vuoto ho capito finalmente da dove arrivava.
Innanzitutto le devo confessare che non sono un pezzo da novanta e la mia “perdita” di lettore non le causerà nessun danno all’immagine del sito anzi.
Passo velocemente a spiegare il motivo del mio scritto.
Devo ammettere che non mi sono sprecato molto la volta scorsa e che mezza riga non è un gran che per avvalorare un mio pensiero.
Il sito è godibilissimo perché dedicato principalmente alla parmigianità, a quello che succede nella nostra provincia e spesse volte si presta volentieri alla critica sacrosanta su certi aspetti politici della provincia (non dico del comune per par condicio).
A dimostrazione di ciò, tutto questo è ricambiato dall’affetto internettiano (e non) di molti lettori.
E così è stato e continuerà ad esserlo anche per me (scoop).
La mia frase era uscita dai denti per le immagini e per il titolo “La fine di Gheddafi”. Ma più per le foto che ritraevano il colonnello assassinato.
Tralascio l’aspetto politico perché non voglio impelagarmi in eterne discussioni (basta per me il termine assassinato) ma le crude immagini, almeno su un sito godibilissimo per tanti altri aspetti, non le avrei messe.
Ne parla anche Grillo nell’ultimo articolo sul suo sito.
Ormai siamo abituati da alcuni anni ad immagini brutali, parole, film, telefilm, cartoni animati, ris, ros, cip e ciop in ogni salsa e spettacolo dove un morto bisogna infilarcelo per forza, se poi c’è il serial killer tanto meglio.
Termini come sgozzato, squartato, impalato et similia vengono stampati su giornali ed immagini analoghe messe in onda a qualsiasi ora. I miei figli che mi chiedono chi era costui (Gheddafi od Osama visti su foto di giornali e pure in alcuni casi false tanto per render più agghiacciante la situazione) e non sapere cosa dire da parte mia.
Ormai stiamo arrivando a banalizzare la tragedia e anche i bombardamenti e le guerre non ci toccano più di tanto.
Comunque la mia è una piccolissima critica sul sito che come ho ribadito è piacevole e genuino doc.
Avrei qualcosa da dire sui pronostici di Michelotti :-). Scherzo!!
Per quanto riguarda lo pseudonimo popsylon lo uso perché non vorrei imbattermi ancora in una lettera anonimia che un simpaticone analfabeta mafiosetto ed emerito idiota mi recapitò alcuni anni fa per aver scritto una lettera, su aspetti politici, alla Gazzetta con tanto di nome e cognome da parte mia. A proposto se mi legge lo saluto.

Sempre tra i preferiti
popsylon