O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


lunedì 19 settembre 2011

Vigilia del Festival Verdi: i protagonisti

VLADIMIR STOYANOV:
AMO PARMA DA QUANDO
EBBI IL MIO
BATTESIMO CANORO
ALLA CORALE VERDI
Il baritono bulgaro, ormai parmigiano d'adozione, ha raccontato la sua vita al nostro Paolo Zoppi, inaugurando così la serie dedicata ai protagonisti del prossimo Festival Verdi




di PAOLO ZOPPI

Oggi è un cittadino di Parma. È felicemente cittadino di Parma, sia per la serena convivenza con la compagna, il mezzosoprano Katarina Nikolic, sia per l’elezione a beniamino del Regio che gli “abitanti” dell’ultimo piano del teatro e non solo, gli hanno attribuito fin dal suo debutto nella nostra città il 23 dicembre 2003, quando indossò i panni di Alfredo Germont. Ma Vladimir Stoyanov Parma l’aveva già nel Dna fin da tempi non sospetti. Infatti, non tutti sanno che il baritono bulgaro ebbe il suo battesimo canoro nella nostra città nel 1993, quando ventiquattrenne...........
(Nella foto: Vladimir Stoyanov con il figlio Kaloian)
LEGGETE L'INTERVISTA COMPLETA

Nessun commento: