/// O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìr al ni / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vriss andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär...

giovedì 8 settembre 2011

Terremoto a Parma: magnitudo 3.7

DOPO IL TERREMOTO
POLITICO
ANCHE QUELLO "VERO"
3.7 RICHTER
ALTRE SCOSSE LIEVI:
IN TOTALE OTTO
Parma senza pace: dopo il terremoto nella giunta di Vignali, poco fa la terra ha tremato nel nostro territorio - Prima scossa (2.7 scala Richwer) alle 15,01, seconda, più forte, alle 17,17 - Per ora non sono stati segnalati danni - Le località prossime all'epicentro sono Langhirano, Lesignano e Felino

L'hanno sentito in molti, sia in città, sia in provincia. Il terremoto "vero" (che fa seguito a quello politico dei giorni scorsi con il rimpastone della giunta di Vignali) si è fatto vivo alle 15,01, con la prima scossa, di magnitudo 2.7. In realtà niente di particolare, una "scossina". Ma poi ne è arrivata un'altra alle 15,17, di magnitudo 3.7. Quella sì che ha destato apprensione. Molti hanno visto muove oggetti sul tavolo, qualcuno è sceso in strada. L'epicentro, secondo l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia dovrebbe essere localizzato nella zona tra Langhirano, Lesignano e Felino. Il nostro amico Gabriele Majo, responsabile di Stadiotardini.com, l'ha avvertito nettamente: "Ero al telefono con un amico che vive nella Filippine quando è arrivata la scossa. Improvvisa, fulminea. Forte, ma lo strano è che è durata un attimo, Poi niente". Allo stato attuale, dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano al momento danni a persone o cose.

LA ZONA DELL'EPICENTRO

Nessun commento: