O rondanén'na bjanca njgra e znéla / ch'a t'gir al mónd par costruìrt al nì / par ti che téra éla la pu béla? / parchè la vris andär a vèddor mi. / Mo l'è Pärma ch'l'è speciäla / pjén'na äd vióli profumädi / e l'è tanta muzicäla / da fär tutti un po' cantär. / Int’il gróndi cuànd a pióva / l’àcua t‘ f a la sérenäda / e in-t-il tòrri traforädi / dvénta muzica anca al vént. /O lezgnolén ch’a t’ gh’é la góla dòra / indo ät imparé a cantär csi bén? / Al to gorghègg da ‘dentor tutti al fóra / e il coppiètti alóra is fan l’océn. / J’ò imparé a stär su ‘na pianta / cla se spécia in-t-un laghètt / indo gh’é un izolètta / con di ciggn bianch e morètt. / Tutt il siri là sentiva / i béj cant ädla coräla / e ’l me cór picén al capiva / che csì sól a s’ pól cantär.


lunedì 5 settembre 2011

Addio al tenore lanciato da Bergonzi

SALVATORE LICITRA
NON CE L'HA FATTA











Dopo otto giorni di coma all'ospedale Garibaldi di Catania è morto il tenore ragusano che si era schiantato in Vespa contro un muro, probabilmente a causa di un'emorragia cerebrale - Licitra è stato scoperto da Carlo Bergonzi che è stato il suo primo maestro nell'Accademia verdiana di Busseto - Ha fatto il suo esordio a Parma in "Un ballo in maschera", nel 1998 e nel 2009, sempre al Regio, ha sostituito per due recite Marcelo Álvarez nel ruolo di Cavaradossi in "Tosca"

Non ce l'ha fatta Salvatore Licitra, considerato da molti l'erede di Pavarotti. Il tenore siciliano (di Ragusa) , 43 anni, molto noto anche a Parma, è morto dopo otto giorni di coma all'ospedale Garibaldi di Catania, in seguito al gravissimo incidente di sabato 27 agosto quando, in Vespa, probabilmente colpito da un'emorragia cerebrale, si schiantò contro un muro. Il fratello ha dichiarato che il cantante era senza casco perché, dopo non aver trovato posto con la fidanzata cinese in un ristorante, si stava recando verso un altro ristorante, distante 200 metri. Purtroppo è stato stroncato dal malore e ha perso il controllo del mezzo. Questa mattina i medici ne hanno dichiarato la morte clinica e poi, su autorizzazione della famiglia, hanno espiantato gli organi. Licitra è stato una delle "creature" del grande tenore bussetano Carlo Bergonzi, che è stato il suo primo maestro. È stato lanciato infatti dalla celebre Accademia di Bergonzi, a Busseto, e nel 1998 fece il suo debutto proprio al Teatro Regio di Parma, in "Un ballo in maschera". Da quel momento Salvatore Licitra aveva spiccato il volo, cantando, nei più importanti teatri del mondo. Il tenore era tornato due anni fa al Regio, quando ha sostituito Marcelo Álvarez nella parte di Cavaradossi in due recite di "Tosca".
Qui sotto (da YouTube) lo rivediamo e ascoltiamo in quella "Tosca" del 2009, con Micaela Carosi.
(Nella foto : Salvatore Licitra)
"RECONDITA ARMONIA

Nessun commento: